Il campione del mondo ha chiuso la giornata col giro veloce in 2'04"835 su pista asciutta nel pomeriggio dopo il diluvio della mattina. Secondo Crutchlow a 327 millesimi, terzo Iannone a 355. Dovizioso quinto, Rossi sesto. Lorenzo fuori dai dieci rischia di dovere fare la Q1 se domattina la prevista pioggia non consentirà di migliorare i tempi di oggi.

MARC MARQUEZCostretto da Andrea Dovizioso che con la Ducati Team nel last time delle libere 1 gli ha tolto, cantando sotto la pioggia, il giro veloce con un crono da 2’19″402 che l’ha costretto a subire l’onta di 462 millesimi di distacco, nel pomeriggio Marc Marquez con pista asciutta e le slick ha messo i galloni di caporale di giornata e dato il ritmo di marcia al plotone della MotoGP impegnato ad accaparrarsi i primi dieci posti della classifica per evitare domani mattina di vedersi penalizzato dalla pioggia che tornerà secondo previsioni.

Il campione del mondo con la Honda Repsol ha fatto il giro veloce di giornata in 12’04″835, leadership che in molti hanno cercato di strappargli fino all’ultimo istante dei 45 minuti a disposizione. Uno di questi è stato il sorprendente Cal Crutchlow il quale con la Honda LCR Open ha conquistato il secondo posto con 327 millesimi di distacco. Anche Andrea Iannone con la Ducati Team ha ripetuto i suoi assalti ma si è dovuto accontentare del terzo posto a 355 millesimi.  Così come inutili sono stati gli abbordaggi di Aleix Espargaro con la Suzuki, quarto a 729 millesimi.

Andrea Dovizioso ha concluso al quinto posto a 811 millesimi con la Ducati Team che ha preceduto la prima delle Yamaha, la Movistar di Valentino Rossi sesto a 856. Pol Espargaro con la Yamaha Tech 3 ha concluso al settimo con 1″005; Stefan Bradl con la Yamaha Forward Open all’ottavo a 1″125; Yonny Hernandez con la Ducati Pramac al nono a 1″257; Bradley Smith con la Yamaha Tech 3 n.38 al decimo a 1″299.

Fuori dalla top ten è rimasto Jorge Lorenzo con una problematica Yamaha Movistar 11ma a 1″339, posizione che se le previsioni meteo domani mattina saranno azzeccate non riuscirà con la pioggia a migliorare e dovrà nel pomeriggio giocarsi l’accesso alla Q2 partecipando alla Q1.

Hiroshi Aoyama, il sostituto del convalescente Dani Pedrosa, 12mo nelle libere 1 nella seconda sessione ha chiuso al 16mo posto.

NO COMMENTS

Leave a Reply