La splendida vittoria di Jorge Lorenzo al Mugello, la prima in Ducati, non è servita a invertire le sorti di un matrimonio arrivato al capolinea. Dopo le tante ipotesi, alla fine si è arrivati alla combinazione “più pazza”: Jorge Lorenzo sarà il compagno di Marc Marquez nel team Honda HRC fino al 2020. Una trattativa lampo, chiusa sulla base di un contratto biennale da circa 4 milioni di euro a stagione. Lo stesso Marquez aveva chiesto un “compagno forte”, e ora può di certo ritenersi soddisfatto. Per sostituire Dani Pedrosa, la Honda aveva prima tentato con Johann Zarco, che ha scelto la KTM, poi con Joan Mir, sul quale non è stata esercitata la prelazione, e infine con Jack Miller, che rimarrà in Pramac.

L’ufficialità del passaggio di Jorge Lorenzo in HRC è arrivata attraverso un comunicato ufficiale del team: “L’HRC è lieta di annunciare l’ingaggio del tre volte campione del mondo Jorge Lorenzo. Lo spagnolo resterà alla Honda per i prossimi due anni. Dal 2019 Lorenzo sarà il compagno di squadra del quattro volte campione Marc Marquez: due grandi campioni con grande talento e grandi speranze che formeranno una squadra più forte e contribuiranno allo sviluppo dell’HRC”.

Come conseguenza, la Ducati ufficializza l’arrivo di Danilo Petrucci per i prossimi due anni. L’operazione è stata voluta da Claudio Domenicali. A 27 anni, Petrux sta affrontando la sua settima stagione in MotoGP, dove ha ottenuto sei podi nelle 106 gare che ha disputato sfiorando più volte la vittoria. Petrucci era nel mirino dell’Aprilia, che a questo punto dovrebbe puntare tutto su Andrea Iannone, il quale a fine stagione chiuderà la sua esperienza in Suzuki.

“Prima di tutto voglio dire grazie a Jorge Lorenzo per gli sforzi e l’impegno che ha messo in campo durante la sua esperienza come pilota Ducati, in particolare per la sua splendida vittoria domenica scorsa al Mugello, che entra nella nostra storia come uno dei migliori successi – il commento di Claudio Domenicali -. Do un caloroso benvenuto a Danilo, che siamo sicuri continuerà alla grande il suo percorso di crescita”.