La prima giornata di prove libere del gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini si è chiuso con il colpo di reni di Danilo Petrucci. L’italiano della Ducati è al comando della classifica generale con il tempo di 1’33”231, cinque millesimi più veloce della Yamaha di Maverick Viñales.

Terza posizione per Andrea Dovizioso, seguito da Dani Pedrosa, Marc Marquez e Cal Crutchlow. Da sottolineare per Marquez un brutto errore durante gli ultimi minuti della sessione con una caduta all’ultima curva. Errore che non gli ha permesso di migliorare il proprio tempo, costringendolo alla quinta piazza. Qui i tempi della seconda sessione.

Nella sessione di questa mattina, invece, è stato proprio il pilota del team Repsol Honda a firmare il best lap fermando il cronometro sul tempo di 1’33”556, staccando di 4 decimi la sorpresa Michele Pirro, impegnato sul tracciato di Misano nelle vesti di wildcard. Sempre in mattinata, la pista non perfettamente asciutta ha tradito diversi piloti, tra i quali Sam Lowes, Aleix Espargaro e Andrea Iannone. Qui i tempi della prima sessione.

IL NUOVO MOTORE DUCATI

Ieri, alla vigilia del weekend italiano della MotoGP, Ducati ha presentato il nuovo motore V4 di 90°, derivato dall’esperienza nella massima serie delle due ruote, destinato a equipaggiare i futuri modelli sportivi alto di gamma. Si chiama Desmosedici Stradale e sarà certamente una nuova pietra miliare nella storia della Casa di Borgo Panigale. Ha una cilindrata leggermente superiore alla MotoGP, per la precisione di 1.103 cc, ed eroga una potenza di oltre 210 cv a 13.000 giri e una coppia massima di oltre 120 Nm da 8.750 a 12.250 giri.