Lo spagnolo della Yamaha approfitta dell’assenza di Rossi. Per Marquez una caduta nel finale di sessione. In seconda fila Crutchlow-Lorenzo-Zarco, in terza Pedrosa-Petrucci-Espargaro. 11° la wild card Pirro, 21° Iannone.

Sarà l’assenza di Valentino Rossi, sta di fatto che con il Dottore fuori dai giochi il compagno di box Maverick Viñales ritrova lo smalto del campione conquistando la pole position al GP di San Marino. Una pole – la quarta personale – che allo spagnolo mancava dal Mugello, ma soprattutto una pole che mette fine al filotto di 4 pole consecutive del connazionale Marc Marquez.

C’è da dire, però, che il numero 93 della Honda si è guastato la festa da sé, scivolando in curva 12 proprio mentre stava completando il giro che, probabilmente, lo avrebbe portato in prima fila davanti a tutti. Marquez scatterà comunque dalla prima fila, ma in terza posizione alle spalle della Ducati di Andrea Dovizioso, fermatosi con il suo giro migliore ad appena un decimo e mezzo da Viñales. Tutti i tempi delle qualifiche.

I 30 ANNI DI SUCCESSI APRILIA

Il fine settimana della MotoGP a Misano segna il trentennale della prima vittoria Aprilia nel motomondiale, ottenuta in Classe 250 con Loris Reggiani il 30 agosto 1987 proprio sul circuito romagnolo. Il palmares del reparto corse italiano conta oggi 54 titoli mondiali nelle varie discipline, 38 dei quali nel motomondiale con 294 vittorie ottenute.

In ricordo di quel primo successo, la Federazione Motociclistica Italiana ha premiato Aprilia. “Come Fmi siamo orgogliosi di celebrare quest’anniversario, per di più conquistato da un pilota italiano e proprio a Misano – ha affermato Giovanni Copioli, presidente della Fmi –. Abbiamo voluto rendere un doveroso omaggio a una Casa italiana che, partendo da quel trionfo, ci ha regalato tantissime vittorie, conquistando un numero impressionante di titoli e portando in alto il motociclismo italiano. Sono sicuro che quanto prima l’Aprilia continuerà la sua vincente tradizione visti il suo impegno e la sua crescita nella classe regina”.

NO COMMENTS

Leave a Reply