Ad Assen una gara pazzesca vinta da uno strepitoso Valentino Rossi. 2° un grande Petrucci, terzo Marquez. Viñales cade e con il quinto posto Dovizioso balza in vetta alla classifica iridata.

In un mondiale che gara dopo gara si conferma più incerto che mai, mancava la vittoria più attesa. Quella di Vale, quella del Dottore. Un Dottore che con il decimo successo personale ad Assen diventa oggi il pilota che è riuscito a vincere nell’arco di tempo più lungo nella storia del motociclismo.

Il trionfo di Valentino Rossi, dopo un anno di digiuno, arriva al termine di una gara fatta di sorpassi da maestro, duelli da antologia e meteo variabile che ha rischiato di rovinare un gran premio d’Olanda da tramandare ai posteri.

Il poleman Johann Zarco scatta al via perfetto, ma dopo una decina di giri scivola in quarta posizione dopo un contatto con Rossi (terzo subito dopo la partenza). Da lì in poi sembra di assistere a una lotta tra gladiatori: Petrucci non molla un centimetro e la coppia Marquez-Dovizioso sgomita per un posto sul podio.

Il leader del mondiale Marverick Viñales che sembrava avere il passo buono per la rimonta partendo dall’undicesima posizione scivola e porta a casa uno zero in classifica che regala ad Andrea Dovizioso la leadership iridata (con 4 punti di vantaggio).

A 7 giri dalla conclusione ci si mette di mezzo il meteo: qualche goccia di pioggia e qualcuno opta subito per il cambio moto, tra cui il poleman Zarco, che si becca anche un ride-through per aver superato i limiti di velocità in corsia box e arriva alla bandiera a scacchi 14°.

Il gruppetto di testa non ci pensa nemmeno al cambio moto e resta in pista iniziando a fare a carenate. Alla fine la spunta il Dottore, seguito in scia da Petrucci. Con 5 secondi di ritardo arriva Marquez. Dovizioso deve accontentarsi del quinto posto alle spalle di un ottimo Crutchlow, ma come detto il quinto posto basta per balzare in vetta alla classifica piloti. Nono Andrea Iannone con la Suzuki, Jorge Lorenzo chiude 15° una gara disastrosa.

La classifica piloti adesso è cortissima: Dovizioso guida con 115 punti davanti a Viñales (111), Rossi (108) e Marquez (104). Appuntamento tra una settimana per il Gran Premio di Germania, al Sachsenring.

L’ordine di arrivo del GP Olanda 2017