Continuano le presentazioni delle scuderie che saranno in gara nel campionato del mondo MotoGP che prenderà il via in notturna il 20 marzo in Qatar.

Dopo Yamaha Movistar a Barcellona, Pramac Racing a Casole d’Elsa, la storica sede in provincia di Siena dove tutto è cominciato nel 2002. Una doppia occasione, quindi: presentazione della nuova Ducati Desmosedici di Octo Pramac Yakhnich su cui Danilo Petrucci e Scott Redding torneranno a correre fin dai test di Sepang di inizio febbraio e festeggiamenti per il 15mo anniversario di presenza della scuderia sulla griglia di partenza della Motogp.

“Veniamo da una stagione ricca di soddisfazioni con la perla del podio conquistato da Petrux a Silverstone. Ma Pramac è ambiziosa. Lo è l’azienda e deve esserlo anche il Team. Per questo ci aspettiamo di far ancora meglio nel 2016 con Danilo e con il nuovo arrivato Scott Redding sul quale riponiamo grande fiducia”, Paolo Campinoti, Ceo Pramac e team principal Pramac Racing.

Ai saluti di Paolo Campinoti il quale ha ripercorso i 15 anni di Pramac in MotoGP anche attraverso i divertenti video messaggi dei piloti che hanno fatto la storia del team (da Alex Barros a Toni Elias, da Max Biaggi a Loris Capirossi ad Andrea Iannone) ha fatto seguito la presentazione delle nuove livree che quest’anno caratterizzeranno le Ducati Desmosedici GP della scuderia senese.

“Con Danilo l’anno scorso abbiamo riportato il team sul podio dopo il 2008, ma il nostro obiettivo è quello di migliorarci ancora. Il regolamento tecnico ha mischiato le carte, parliamo di una svolta abbastanza importante. Per questo dovremo lavorare molto. Ma iniziamo con grande entusiasmo perché siamo di fronte ad una nuova sfida”, Francesco Guidotti, team manager Octo Pramac Yakhnich.

Ottimismo e buoni propositi dopo l’ottima stagione 2015. Ci si attendono grandi cose soprattutto da Petrucci, affiancato dal neo arrivato Redding.

Sono davvero contento di essere qui, nella famiglia Pramac, per il secondo anno consecutivo. Sono contento soprattutto perché ritroverò un gruppo affiatato che non è cambiato. Non vedo l’ora di cominciare perché c’è ancora tanto da fare, anche alla luce del nuovo regolamento. I test sono andati molto bene soprattutto a Jerez, dove abbiamo fatto un grande passo in avanti rispetto a Valencia. Sono pronto a dare il massimo per dare a tutti i tifosi tante soddisfazioni. State certi che ce la metterò tutta!”, Danilo Petrucci.

“Sono molto eccitato. Il feeling con la moto è stato fantastico fin dal primo giro dei test a Valencia. Mi sono sentito subito bene sulla Ducati ed è stata una bella sensazione. Voglio ringraziare Pramac e Ducati per avermi scelto e posso garantire a tutti i miei tifosi e ai tifosi del team che farò di tutto per regalare grandi soddisfazioni nel 2016”, Scott Redding.