Laguna Seca – Profondo rosso come la Rossa Ducati di Stoner. Sprofonda ancora la Yamaha di Valentino Rossi che agguanta il secondo posto nelle libere 3 di stamane ma l’australiano gli rifila la bellezza di mezzo secondo e passa di distacco, 707 millesimi.
1’21”461 il tempo sul giro del campione del mondo, 1’22”168 quello del Dottore che le ha tentate tutte pur di compiere il sorpasso. Nulla da fare. Le premesse sono per una qualifica e una gara sotto il segno della Rossa di Borgo Panicale. E sarebbe la quinta gara di fila per la pole, la quarta per la vittoria.
Nulla da fare per Pedrosa che non ha resistito al dolore ed ha rinunciato al turno conclusivo di libere. Vedremo se riuscirà a recuperare con gli antidolorifici e a disputare nel pomeriggio le qualifiche per l’accesso in griglia. Ma la Honda non si aspetta miracoli. Che non fa neanche Hayden ricacciato indietro nella classifica dalla Honda Gresini di Nakano, terzo, dalla Suzuki di Vermeulen e dalla Ducati di Melandri che ha interpretato questo turno di prove come già aveva fatto col turno d’apertura ottenendo il quinto piazzamento.
De Angelis anch’egli con la Honda Gresini ha preceduta la Yamaha ufficiale di Lorenzo mentre Capirossi con la Suzuki ha preceduto la Honda JIR Scot  di Dovizioso.
Nota a margine: Rossi ha firmato per la Yamaha fino al 2010. Rimane nella MotoGP, niente rally, niente F.1. Evviva la coerenza! (ora italiana 20:30)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.