Kuala Lumpur – Si spengono i motori alla fine del primo giorno di test a Sepang. Il Campione del Mondo in carica Marc Marquez si conferma l’uomo da battere chiudendo al vertice della classifica. Il pilota Honda Repsol ha dominato a suon di giri veloci sempre sotto il muro del 2’01”, apparendo già perfettamente a suo agio sulla nuova moto.
È stato in cima alla classifica per tutta la giornata. O quasi. Perché Valentino Rossi si è fatto sentire. Il pilota del Team Yamaha ha tenuto un passo constante e veloce. Le Honda ufficiali, comunque, volano. Oltre a Marquez lo testimonia Dani Pedrosa che ha chiuso terzo, spodestando nel finale Jorge Lorenzo dal terzo gradino. Un finale in cui tutti hanno abbassato sensibilmente la propria asticella dopo le regolazioni e gli interventi apportati nel corso della giornata di test.
La sorpresa è rappresentata dalla prima “Open” in griglia, 7º dopo aver sfiorato anche posizioni più alte. Si tratta della FTR-Yamaha di Aleix Espargaro. Lo spagnolo del team NGM Forward Racing, con la centralina ECU prevista dal nuovo regolamento, ha preceduto la Ducati Pramac di Andrea Iannone e la coppia Yamaha Tech3 di Bradley Smith e del fratello Pol. Appena fuori dalla top-ten il suo compagno di squadra Colin Edwards, fermo ai box nella prima parte della sessione.
In casa Ducati il gap dalla leadership va dai 2 secondi di Andrea Dovizioso agli oltre 2,6 secondi di Yonny Hernandez. Nel mezzo il neo acquisto Cal Crutchlow, fermatosi per un problema alla moto e preceduto dal collaudatore Michele Pirro.
Chi è mancato all’appello in questo primo giorno di test sono state le Honda del team Drive M7 Aspar, che con Nicky Hayden e Hiroshi Aoyama lontani con distacchi superiori ai 3 secondi dall’apripista. Stretto nella morsa dei piloti tester di Yamaha e HRC, Nakasuga e Akiyoshi, troviamo anche la Suzuki del francese Randy De Puniet, al 19º posto in classifica. Scott Redding con la Honda Gresini precede la doppia coppia della Avintia Racing e delle PBM. Karel Abraham è il fanalino di coda dei 26 piloti scesi in pista.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.