Kuala Lumpur – Perfette condizioni meteo anche nella seconda giornata di test. Sarà che il sole bacia i belli, ma c’è sempre Marc Marquez davanti a tutti, segnando poco prima della “pausa pranzo” lo stratosferico tempo di 1’59”926, a meno di tre decimi dal record della pista firmato da Casey Stoner nel 2012. Il campione del mondo in carica è stato l’unico a scendere sotto i 2 minuti.
Al 2º posto si piazza il compagno di squadra di Marquez, Dani Pedrosa. Il 28enne spagnolo è stato in testa alla classifica nella prima parte della sessione, chiudendo alla fine con un gap di 4 decimi. La Honda completa il podio con il terzo posto di Stefan Bradl del team LCR.
Valentino Rossi sulla sua Yamaha Factory si classifica al 4º posto a mezzo secondo da Marquez. Oggi il Dottore è stato alle prese con diverse regolazioni rivolte alla ricerca del feeling. In quinta posizione sempre una Yamaha, ma con specifiche diverse: è la Open del team NGM Forward Mobile di Aleix Espergaró.
Solo sesto Jorge Lorenzo, concentrato più sulle regolazioni del setup. Bradley Smith chiude il poker della casa di Iwata piazzandosi al 7º posto. L’inglese del team Monster Yamaha Tech3 si è inserito nel secondo gruppo degli inseguitori: dietro di lui, con un distacco di oltre 3 decimi, ci sono la Ducati di Iannone e la Honda di Bautista.
Al 9º posto, Alvaro Bautista è stato il pilota che ha chiuso questo secondo giorno di test entro il distacco di 1 secondo dalla vetta. La top ten è completata dal campione del mondo della Moto2, Pol Espargaró. Lo spagnolo del team Yamaha Tech3 ha chiuso davanti alla coppia Ducati ufficiale di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow. Entrambi i piloti di Borgo Panigale si sono sensibilmente migliorati, girando 1”4 più veloci rispetto a ieri. Subito dietro il collaudatore Michele Pirro.
Domani, dalle 10 alle 18 ora locale (GMT +8), la terza e ultima giornata di questa prima settimana di test ufficiali della MotoGP.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.