Kuala Lumpur – Nel terzo ed ultimo giorno di test ufficiali i piloti della classe regina si sono concentrati con le ultime regolazioni per capire il comportamento delle loro moto, soprattutto in chiave gara.
La tre giorni di test malese si è conclusa con un verdetto inequivocabile: Marc Marquez è sempre l’uomo da battere. Lo spagnolo del team Honda Repsol HRC si è confermato il più veloce in pista in tutte e tre le giornate a disposizione e, come se non bastasse, ha stabilito oggi il nuovo record del circuito di Sepang, strappandolo a Casey Stoner che lo aveva segnato a febbraio 2012.
<<Sono molto contento per come sono andati questi primi tre giorni, abbiamo iniziato la stagione col piede giusto – ha detto Marc Marquez -. Ovvio che c’è ancora tanto lavoro da fare, però oggi abbiamo potuto fare una simulazione di gara. Abbiamo provato molte configurazioni e abbiamo raccolto molti dati per tornare qui per i prossimi test nella miglior condizione possibile>>. Il campione del mondo in carica ha lasciato il tracciato malese con un totale di 167 giri all’attivo in tre giorni.
Il compagno di squadra Dani Pedrosa ha chiuso al sesto posto con il tempo di 2’00”223, fatto registrare nel 29º dei 55 giri da lui completati. <<In questa terza giornata ci siamo concentrati sul telaio per migliorare la trazione – ha detto Dani -. Questa mattina abbiamo accusato un problema con entrambe le moto che stavo utilizzando. Tuttavia sono soddisfatto dei progressi raggiunti nella messa a punto. Nei prossimi test qui a Sepang spero di riprendere esattamente da dove mi trovo ora>>.
Valentino Rossi, dopo il 4º posto di ieri, chiude a 194 millesimi da Marquez. Il vice-campione del mondo Jorge Lorenzo, invece, ha piazzato il suo miglior tempo al 2º giro in pista, chiudendo con 1’59”866, a tre decimi da Marquez.
Non è più una sorpresa, ma un bellissima realtà, il 4° posto (che vale il podio) di Aleix Espargarò. Con la sua FTR-Yamaha in configurazione Open, lo spagnolo ha imitato e sfidato Rossi e Lorenzo, arrivando anch’egli a scendere sotto la barriera dei due minuti, facendo meglio di molte altre MotoGP ufficiali e satellite.
Continua a progredire la Ducati. Andrea Dovizioso entra di prepotenza alla 7° piazza, a 8 decimi da Marquez, ma soprattutto ne recupera altrettanti rispetto al proprio miglior crono fatto registrare nella giornata di ieri.
Pol Espargarò, il fratello di Aleix, inserisce la sua Yamaha Tech3 nella morsa delle Ducati. Il campione del mondo Moto2 chiude questa prima ondata di test ufficiali in ottava posizione a tre decimi dal forlivese, continuando nella maniera migliore il suo apprendistato alla classe regina.
I prossimi test si terranno sempre a Sepang, dal 26 al 28 febbraio.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.