Phillip Island – Secondo giorno di test sul circuito australiano. Ufficialmente test incentrati sulla sicurezza, la costruzione e la realizzazione degli pneumatici che coinvolge i piloti ufficiali e i fornitori delle classi MotoGP e Moto2, Bridgestone e Dunlop. L'obiettivo è scongiurare quanto accaduto nella gara dello scorso ottobre. Nella top class, delle sei coperture per il 2014 portate in Australia, i piloti hanno già indicato tre scelte.
Motivazioni diverse ma i dispetti non mancano, anche per stabilire ruoli e nrapporti di forza. Così Jorge Lorenzo, un fantasma a Sepangm quì ha ritrovato smalto e voglia e per il secondo giorno consecutivo ha messo tutti in riga. Con 1'29"133 ha limato di 80 millesimi il crono di ieri e con la Yamaha Factory ha tenuto dietro la Honda Repsol di Dani Pedrosa, secondo a 248 millesimi ma in netto miglioramento rispetto ad ieri (oltre mezzo secondo).
La Ducati Team che sta davanti oggi è stata quella di Andrea Dovizioso, terzo a 254 millesimi, mentre Valentino Rossi dal terzo posto di ieri è scalato al quarto a 383 millesimi dal compagno di squadra.
Ultimo dei MotoGP Cal Crutchlow con la Ducati Team a poco più di mezzo secondo da Lorenzo.
A tre secondi (ragionevole distacco), troviamo le Moto2 invitate per l’occasione dalla Dunlop. Il team Marc Vds Racing ha battuto quello Mapfre Aspar piazzando i suoi piloti davanti. Ma ad impressionare è stato uno solo, Esteve “Tito” Rabat. Lo spagnolo ha concluso con ben 101 giri all'attivo e ha staccato il compagno di squadra Mika Kallio di oltre mezzo secondo. Il finlandese ha dimostra comunque di essersi ripreso dalla botta al polso rimediata ieri ed ha migliora il suo personale crono di ben otto decimi. A tre decimi da Kallio, si è piazzato Nico Terol, autore anche di una spettacolare caduta che ha costretto all’esposizione della bandiera rossa. Il pilota spagnolo se l’è cavata senza importanti conseguenze precedendo il connazionale e compagno di squadra Jordi Torres. Altra interruzione dal tono più leggero, è stata invece offerta dal siparietto dovuto all’ “invasione” di uno stormo di oche, scacciate dai commissari. I test proseguiranno domani, con il terzo e ultimo giorno in programma.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.