Losail – Come negli ultimi test che hanno preceduta l'apertura della stagione è stato Aleix Espargaro a dettare i tempi con la Yamaha Forward. Lo spagnolo ha chiuso la prima sessione di prove libere col giro migliore in 1'55"201, un crono irresistibile che ha scavato un solco profondo che lo ha messo al riparo da ogni attacco. Nel duello finale Alvaro Bautista ha concluso al secondo posto con la Honda Gresini a 466 millesimi e Bradley Smith al terzo con la Yamaha Tech3 a 615. Al quarto e quinto posto due altri outsider, Andrea Iannone con la Ducati Pramac a 795 millesimi e Pol Espargaro con l'altra Yamaha Tech3 a 819.
Il primo dei big è stato Dani Pedrosa sesto con la Honda Repsol che con ha dovuto impegnarsi per strappare il quinto posto ma con 1"131 di distacco.  La prima Yamaha Factory è stata quella di Valentino Rossi che si è aggrappato al settimo posto con 1"341 di distacco. Colin Edwards con la Yamaha Forwar si è classificato ottavo ed ha preceduto Jorge Lorenzo la cui Yamaha ha ricevuto da quella di testa 1"467 di distacco. Da parte sua Nickyn Hayden decimo con la Honda Asparanha preceduto il campione in carica Marc Marquez rientrato dopo la lunga convalescenza, 11mo con 1"4812 di distacco.
Non bene le due Ducati ufficiali: Cal Crutchlow 13mo a 1"845, Andrea Dovizioso 14mo a 1"899.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.