Mugello – Hai appena il tempo di pensare "ha deciso di mettersi da a parte almeno in questa occasione" che lui, Marc Marquez fionda un giro da brividi, 1'47"740, e quindi… avanti nun altro. In gara ormai, tra poche ore. 
Il warm up ha di fatto riproposto la prima fila della griglia. Davanti Marquez, scambio di posizioni tra Andrea Iannone e Jorge Lorenzo. L'Italiano con la Ducati Pramac terzo a 141 millesimi cede il secondo posto allo spagnolo della Yamaha Factory a 123 millesimi.
Quarto ancora Dani Pedrosa con la Honda Repsol numero 26, 329 millesimi di distacco dal compagno di squadra. Quinto Pol Espargaro con la Yamaha Tech3 (+386), sesto Andrea Dovizioso con la Ducati Team (+661), settimo Bradley Smith con l'altram Yamaha Tech3 (+700). Valentino Rossi anche stamane dietro le quinte, ottavo con la sua Yamaha Factory con 717 millesimi di distacco. Chiudono la top ten Cal Crutchlow nono con la Ducati Team numero 35 a 718 millesimi e Stefan Bradl decimo con la Honda LCR decimo a 846. Il tedescoa sette minuti dalla conclusione ha avuto uno spettacolare incidente alla curva 10: catapultato in aria ha sbattutto pesantemente sull'asfalto ed è stato portato al Centro medico per il controllo. Potrebbe avere riportato una frattura al polso destro che potrebbe toglierlo dalla gara.

I migliori “staccatori”
L’Autodromo Internazionale del Mugello presenta aspetti interessanti. E’ un tracciato non particolarmente impegnativo per il sistema frenante, ad eccezione della staccata al termine del rettilineo principale. Secondo i dati forniti dai tecnici della Brembo, nella fase di frenata in fondo alla discesa che porta alla curva San Donato, si passa da una velocità massima di 361 a 123 km/h. Una manovra che i piloti effettuano in 6,1 secondi, per uno spazio percorso pari a 323 metri. In questa delicata fase i dischi freno in carbonio possono raggiungere un picco di temperatura che sfiora i 700° C.
Al termine delle prove ufficiali sono stati raccolti i dati registrati dalla telemetria dei rispettivi team. Attraverso questi valori è stato possibile determinare la classifica dei migliori “staccatori”, cioè quei piloti che cominciano a frenare più vicino al punto di corda della curva San Donato.
1. Marc Marquez (93) Honda Repsol Honda Team
2. Valentino Rossi (46) Yamaha Movistar Yamaha MotoGP
3. Cal Crutchlow (35) Ducati Ducati Team
4. Andrea Iannone (29) Ducati Pramac Racing
5. Andrea Dovizioso (4) Ducati Ducati Team

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply