Montmelò – Marc Marquez ancora in ricreazione. Non disturbare. Sicché dopo l'ezploit di stamane di Aleix Espargaro con l'imbattuto 1'41"672, nuovo giro record in prova, oggi pomeriggio via libera a Bradley Smith con la Yamaha Tech3, primo in 1'42"123.  E per essere ancora più liberal largo anche a Stefan Bradley il quale con la sua Honda LCR con il nulla di 7 millesimi di distacco ha conquistato il secondo posto.
Il citato prof. Marc Marquez, dopo le lection magistralis nei sei gran premi fin oggi disputati, ha continuato nella sua ricreazione non senza avere dato un segnale. 1'42"274 che per un un lungo periodo lo ha lasciato sul tetto delle libere 2 e poi indifferente nella battaglia per il primato. Quindi terzoposto con 151 millesimi di distacco. La Honda Repsol ha comunque un problema: Pedrosa. Dani  sesto stamane con 1'42"664 oggi pomeriggio è stato mandato al confino coatto. Decimo con 1'43"078, a più di 8 decimi dal compagno di squadra.
Quarto Jorge Lorenzo con la Yamaha Factory 1'42"282, +159 millesimi da Smith mentre Valentino Rossi si è classificato sesto a più di mezzo secondo di distacco. Quinto Pol Espargaro con l'altra Yamaha Tech3 a 485 millesimi dal compagno di squadra.  
La prima Ducati è stata la Team di Andrea Dovizioso, settino a 689 millesimi il quale ha preceduto la Ducati Energy Pramac di Yonny Hernandez, ottavo a 737 millesimi, e la Ducati Pramac di Andrea Iannone (stamane terzo), nono a 914 millesimi.
Fuori dalla top ten Aleix Espargaro il quale dopo i fuochi pirotecnici della mattina ha avuto acqua nelle polveri ed è finito 12mo a 1"075.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.