Montmelò – Fatto un giro in 1'41"551 il prof. Marc Marquez è tornatop a godersi la ricreazione. In verità anche per fare fronte ad un problema sull'anteriore della sua Honda Repsol (circuito dei freni o sospensione?). Sicché quando nel concitato finale per l'ìaccaparramento dei 10 posti che danno l'ingresso diretto alla Q2 si è scatenata la rissa il prof. è rimasto a guarda e Stefan Bradl ha infilato quattro rossi da brvido per un conclusivo 1'41"357 che gli ha tolto il primato all'ultimo istante dei 45 minuti a disposizione stamane nelle libere 3.
La situazione di partenza era quella della combinata delle prime due sessioni di provelibere con queste posizioni dalla prima alla decima: Aleix Espargaro, Smith, Bradl, Marquez, Lorenzo, Iannone, Rossi, Pol Espargaro, Pedrosa e Dovizioso.  La combinata che da diritto a partecipare alla Q2 senza passare dalla Q1 alla fine ha ribaltato  quasi tutte le posizioni.
Scritto dei primi due, Bradl e Marquez, terzo Bradley Smith con la Yamaha tech3 a 364 millesimi da Bradl, quarto Dani Pedrosa con la Honda Repsol a 383, quinto Jorge Lorenzo con la Yamaha Factory a 460, sesto Valentino Rossi anch'egli con Yamaha Factory a 503, settimo Aleix Espargaro con la Yamaha Forward a 518, ottavo Yonny Hernandez con la Ducati Pramac Enerrgy a 549, nono Andrea Dovizioso con la Ducati Team a 559, decimo Pol Espargaro con la Yamaha Tech3 a 593 millesimi.
Dovranno disputare la Q1 per i due posti d'accesso alla Q1 insieme con gli altri anche Alvaro Bautista, Cal Crutchlow e Andrea Iannone.  

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.