Montemelò – Dani Pedrosa continua a gettare le basi per un ritorno alla vittoria dopo lunga astinenza. Dopo la pole stamane un altro segnale della voglia di vincere è arrivato dal warm up su pista umida per la pioggia caduta durante la notte. 1'42"384 con una limatura definitiva proprio all'ultimo giro che ha tenuto il compagno di squadra Marc Marquez al secondo posto con 205 millesimi di distacco.
LA Honda Repsol comunque ha continuato a dominare la scena dimostrando di avere un altro passo su questo circuito nonostante i progressi della Yamaha. Il costruttori dei 5 diamanti ha occupato i posti di classifica dal terzo al sesto posto. Le Factory di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi rispettivamente terzo e quarto con 382 e 447 millesimi di distacco; la Forward di Aleix Espargaro quinta (+487) e la Tech3 di Bradley Smith sesta (+729).
Stefan Bradl con la Honda LCR settimo, +946 millesimi, Pol Espargaro con la Yamaha Tech3 ottavo, +963, Alvaro Bautista con la Honda Gresini nono, +1"165, Nicky Hayden decimo con la Honda Aspar, +1"400.
A differenza di Cal Crutchlow che ha voluto affrontare le insidie del circuito chiudendo al 12mo posto Andrea Dovizioso ha preferito non rischiare ed è rimasto a seguire gli altri sui monitor del box Ducati Team. <<Non ho nulla da provare ancora – ha detto Andrea – Preferisco rimanere fermo ed aspettare il pomeriggio>>.
Per la gara ci sono previsioni contrastanti. Secondo Yamaha non pioverà e la gara sarà completamente su asfalto asciutto. Per altri la possibilità di pioggia è con più del 50%.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply