Montmelò – Per la prima volta un gran premio con quattro grandi protagonisti che hanno lottato per la vittoria. Per la settima volta consecutiva Marc Maquez ha vinto. Successo costruito con determinazione e coraggio. Tre contro uno. Tutti e tre con la voglia di misurarsi e battere il dominatore delle prime sei gare. Ha vinto lui anche oggi. Il dominatore ilquale non ha perso occasione di impartire ai tre smaniosi lezioni di sorpasso fino a costringerli, uno dopo l'altro, alla resa. 
Poteva finire con una doppietta Honda è finita col magnifico Signor Rossi sul secondo scalino del podio, un regalo di Pedrosa alla terzultima curva, che il Dottore ha gradito e meritato per quel che ha saputo fare in testa alla gara dal secondo giro a 7 dalla conclusione. Nella bagarre per conquistare la vittoria Dani, dopo avere superato Rossi, ha tentato più volte il sorpasso di Marquez ma ha subito controsorpassi perentori e decisi al limite dell'azzardo. Alla terzultima curva l'affondo decisivo ma è arrivato lungo, ha toccato con la sua anteriore la gomma posteriore di Marquez e per non finire la gara ingloriosamente ha staccato subendo il definitivo sorpasso di Rossi. Honda quindi prima e terza, Dani a 1"834, Yamaha seconda col "vecchietto" terribile (di stacco 512 millesimi) che oggi s'è preso lo sfizio di superare anche il compagno di squadra scattato in testa nelle fasi d'avvio. Jorge Lorenzo ha avuto buone chances fino al decimo giro quando, già retrocesso dal primo al quarto posto, si è man mano allontanato dai tre scatenati che lo hanno preceduto. A sette giri dalla conclusione quando sono cadure poche gocce d'acqua ed i piloti hanno atteso, invano, la bandiera che segnalava il cambio moto, è riuscito a ricucire lo strappo ma finita l'allerta pioggia è tornato a girare 1 secondo più lento. Quarto con 4"540 di  distacco.
Dietro, quinto, il tenace Stefan Bradl partito bene e rimasto nella posizione fino alla conclusione: distacco 11"148. Risultato esaltante per i fratelli Aleix e Pol Espargaro che abitano a tre chilometri dal Montmelò. Su quello che può essere considerato il loro circuito hanno concluso la gara al sesto, Aleix (+14"213), e sesto posto, Pol (+16"127) che per conquistare la posizione ha dovuto neutralizzare le velleità di Andrea Dovizioso, ottavo (+16"175).
Nono Andrea Iannone (+18"040) e decimo Bradley Smith (+24"781). La Ducati di Cal Crutchlow si è ritirata per problemi elettronici.
Marquez continua a dominare, ovviamente, la classifica piloti con 175 punti, Rossi è secondo con 117 e Pedrosa terzo con 112. Più staccato Lorenzo, quarto con 78 punti. 

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.