Assen – Pista asciutta stamane ma previsioni di gara nel pomeriggio con tempo incerto con alternanza di pioggia e schiarita. Nel bene e nel male Marc Marquez ha ripreso a recitare a soggetto. Tre lunghi e una innocua scivolata, sempre alla curva 1. La sua ossessione. Ma il giro veloce è stato quello della sua Honda Repsol in 1'34"121 che ha tenuta a distanza la muta dei mastini della Yamaha stamane intenzionata ad azzannarlo. Jorge Lorenzo con la Factory ci è arrivato vicinissimo: appena 16 millesimi. Pol Espargaro con la Tech3 terzo a 367, il fratello Aleix con La forward quarto a 393 e Valentino Rossi quinto a 452. Contro questo quartetto nulla ha potuto Dani Pedrosa con la Honda Repsol numero 26: sesto a 645 millesimi dal compagno di squadra. Andrea Dovizioso settimo con la Ducati Team (+742 millesimi), Stefan Bradl ottavo con la Honda LCR (+801), Andrea Iannone nono con la Ducati Pramac (+818), Bradley Smith 10mo con la Yamaha Tech3 (+901).

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.