Misano – “Gran Premio Cinzano San Marino”. Appuntamento a Misano. La  Repubblica più antica del mondo con Rimini, la capitale del turismo, unite per realizzare un grandissimo evento sportivo, una manifestazione che appassionerà gli ospiti presenti e quelli che vi assisteranno in televisione.
Nel nuovo circuito internazionale di Misano Domenica 31 Agosto va in scena il tredicesimo atto della stagione. Poi solo 5 alla conclusione.
Persi per strada due ambiziosi aspiranti al titolo iridato, Lorenzo prima e Pedrosa dopo, accomunati non solo dalla nazionalità, spagnola,  ma anche dalle cause, entrambi per infortuni che al rientro ne hanno condizionato il rendimento, la stagione della MotoGP propone l’esaltante duello Rossi-Stoner. Che arriva a questo Gran Premio con motivazioni e valenze diverse.
Il Dottore in posizione di vantaggio e con l’ipoteca già in tasca per incassare l’ottavo titolo iridato della sua unica e irripetibile carriera.  Sempre a punti nelle 12 gare fin oggi disputate; 10 volte sul podio, 5 sul gradino più alto, 4 secondo, 1 volta terzo. Per un totale di punti 237.
Casey Stoner ha fatto sfraceli in pole position ma non ha sempre monetizzato la sua superiorità di partenza. Otto volte sul podio: quattro vittorie, 2 secondi posti, 2 terzi posti. Solo per 10 volte a punti, tre volte ritirato. Totale 187 punti.
Ma al di là del distacco che a questo punto della stagione può anche ritenersi incolmabile, considerata la costanza di Vale, Stoner dopo il trittico di vittorie Gran Bretagna-Olanda-Germania che sembrava avere messo il turbo al suo volo iridato è stato stoppato psicologicamente a Laguna Seca da un Rossi che in pratica gli ha impartito una lezione di guida, di coraggio agonistico, di sapienza tecnica, di determinazione. Le ripercussioni si sono avuti a Brno, alla ripresa dopo la lunga pausa estiva, dove l’australiano nel momento in cui Rossi ha cominciato a tallonarlo sempre più da vicino ha perso il controllo dei nervi e per forzare oltre il consentito si è “coricato” in una curva autoeliminandosi.
Il duello rimane di attualità. Ma Stoner non solo potrebbe essere perdente nella corsa al titolo ma deve anche considerare temibile Pedrosa che precede di soli 15 punti nella classifica iridata. Quindi un’insidia per il secondo posto se lo spagnolo, a differenza di Lorenzo, saprà recuperare stimoli e motivazioni l’australiano potrebbe dovere fronteggiare due avversari e nelle due ultime gare non ha dimostrato di avere la tenuta psicologica per farlo vittoriosamente.
Comunque, Domenica prossima a Misano sarà ancora Yamaha contro Ducati e Honda con le tre prime guida dei team attori protagonisti della gara della MotoGP. (ore 09:00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.