Misano – Un film che abbiamo visto nelle due gare che hanno preceduto questa di Misano. Stoner in pole position, sua decima stagionale, Rossi col secondo tempo. Il film a Laguna Seca e Brno si è concluso con l’australiano perdente e Vale sul podio più alto. Le premesse sembrano le stesse. Vedremo domani.
Oggi pomeriggio, intanto, oltre alle scontate performance dei due rivali per l’iride secondo il copione scontato, due piloti che a causa di incidenti sono stati costretti a lasciare la corsa per il mondiale sembrano tornati agli standard d’inizio stagione. Il primo è il compagno spagnolo di Rossi, Jorge Lorenzo, che ha battagliato per la pole ed alla fine è stato ricacciato in terza posizione. Il secondo, anch’egli spagnolo, è Dani Pedrosa, prima guida della Honda, che è riuscito ad agguantare una seconda fila insperata, col sesto tempo, accanto a de Puniet ed Elias.
Le delusioni nell’assolato pomeriggio romagnolo le hanno fornite Capirossi, de Angelis e Dovizioso, non considerando Melandri più una delusione ma un assenteista ostinato, protagonista d’un giallo inspiegabile che lo ha trasformato da pilota vincente a comparsa inconsistente. Capirex ha concluso la fatica all’undicesimo posto con una Suzuki che gli ha procurato parecchi problemi; de Angelis, ha fatto ancora peggio non solo per la posizione conquistata, la tredicesima, ma soprattutto per il tempo sul giro assolutamente negativo, 1″775 da quello da Stoner, imitato in questa performance dal pilota di casa Dovizioso, quattordicesimo.
Domani mattina il warm up perché chi può possa recuperare qualcosa nel rendimento complessivo e fare una gara più soddisfacente rispetto alle qualifiche. La gara scatterà alle 14:00. (ore 15:30)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply