Indianapolis –  Quasi due mesi dopo Lacuna Seca la MotoGP torna negli USA. Ad Indianapolis domenica prossima andrà in scena la quintultima prova della stagione. Con Valentino Rossi saldamente in testa nella classifica iridata, avendo vinto le ultime tre gare (secondo trittico della stagione, dopo quello iniziale). Nelle stesse occasioni in cui Napoleone Stoner è andato per tre volte nella polvere, scavando l’abisso di fronte al quale non ha prospettive di conferma mondiale.
Strategicamente Rossi da domenica in avanti deve solo fare, calcolatrice alla mano, i  punti necessari per rimanere anche di uno solo davanti a Stoner, ammesso che questi riesce a fare da qui alla conclusione tutte vittorie. I presupposti sono differenti, soprattutto sul piano psicologico, come hanno dimostrato le gare di Laguna Seca, Brno e Misano, e sono tutti a favore di Rossi.
Il quale con Stoner è ridiventato il Demolitor Man che ha già distrutto Max Biagi e Sete Gibernau, due piloti di grande valore tecnico ed agonistico arrivati in MotoGP per vincere il titolo e invece costretti ad abbandonare la categoria regina con le pive nel sacco. Distrutti psicologicamente da Rossi. In tutte le battaglie dirette, infatti, sia Biagi sia Gibernau sono stati sconfitti se non anche umiliati dal Dottore che gara dopo gara, stagione dopo stagione, li ha portati al punto di abbandonare per andare a cercare gloria (non trovata) altrove.
La stessa musica Demolitor Man suona da tre gare a Stoner, costretto a ballare ed ha perdere. Forse non è così e le analogie con i casi Biagi e Gibernau sono solo teoriche ma è un fatto che quest’anno, pressato come mai è stato l’anno scorso da Rossi l’australiano della Ducati abbia dimostrato una tenuta psicologica gracile. (ore 09:00)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply