Indianapolis – Le moto tornano a gareggiare dopo 99 anni ad Indianapolis ed è subito sorpresa, complice un temporale, perturbazione marginale del catastrofico uragano Ike che sta abbattendosi nel Golfo del Messico.
Carneade, chi era costui? Carneade acquatico a Indianapolis assume le sembianze dell’australiano West e la Kawasaki-catamarano se la spassa mentre le stelle Rossi, Stoner, Lorenzo e Pedrosa stanno a guardare, prudenzialmente. West è stato il più veloce sia nelle libere 1 (1’53″034) sia nel secondo turno pomeridiano (1’54″274), prima davanti al sanmarinese de Angelis (fresco di rinnovo contrattuale col team Gresini) poi precedendo il connazionale della Suzuki Vermeulen. Nella prima frazione il migliore dei big è stato Stoner, terzo, mentre Lorenzo settimo, Rossi undicesimo e Pedrosa diciannovesimo hanno faticato senza alcun profitto. Nel turno del pomeriggio Rossi è risalito fino al quarto posto, Lorenzo ha mantenuto la settima posizione, Stoner è scivolato in ottava e Pedrosa è arrivato alla nona. Sempre e comunque con notevoli distacchi dalla Kawasaki di West.
Un doppio responso anomalo, inaspettato ma sufficientemente emblematico d’un disagio che ha condizionato il ghota del campionato. Ed ora c’è chi sostiene che le sorprese potrebbero continuare in qualifica e in gara. (ora italiana 21:30)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply