Bologna – E’ stato operato con successo, giovedì 30 Ottobre, Casey Stoner nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena dal dottor Antonio Landi, direttore della Struttura Complessa di Chirurgia della mano, coadiuvato da un equipe composta dal dr. Luigi Pederzini, che ha eseguito la parte artroscopica, e dal dr. Norman Della Rosa.
Al pilota della Ducati sono stati rimossi, per via  artroscopia, due corpi mobili a livello del recesso stiloideo dell’ulna.
La pseudoartrosi dello scafoide della mano sinistra è stata trattata, previa rimozione del vecchio mezzo di sintesi (una “graffetta” che era stata inserita nello scafoide di Stoner in una operazione nel 2003), con innesto osseo prelevato dall’ala iliaca e sintesi con vite cannulata di Herbert.
Stoner, con una nota diffusa dalla Ducati, ha ringraziato, oltre all’equipe che lo ha operato, anche il medico di fiducia di Ducati Corse, professor Fabio Catani dell’ospedale Rizzoli di Bologna, che lo ha assistito in questi mesi «aiutandolo a scegliere la strada migliore da seguire per l’operazione ed individuandola nell’equipe del dottor Landi».
Il pilota australiano è stato dimesso oggi pomeriggio e nei prossimi giorni potrà già intraprendere nella sua casa in Svizzera la fase riabilitativa. (ore 12:13)