Shangai – Per la quarta volta in quattro gare una Yamaha in pole position nel Gran Premio di Cina della MotoGP che si corre domani. Ma non è quella di Lorenzo che aveva ottenuto le precedenti tre. Per 355 millesimi Colin Edwards con una Yamaha privata gommata Michelin ha soffiato la partenza al palo all’ex compagno di squadra Valentino Rossi che a sua volta erra riuscito a tenere dietro la Ducati di Stoner per 97 millesimi, entrambi gommati Bridgestone.
E’ questa, quindi,la prima fila di domani che ha alle spalle un terzetto inedito nella composizione e pericoloso per le possibilità che ciascuno ha sempre dimostrato nelle fasi di avvio. Il quarto tempo, infatti, lo ha ottenuto Jorge Lorenzo il quale, nonostante si sia rimesso in sella con fratture e distorsioni alle mani e alle caviglie dopo il pauroso incidente di venerdì, è stato persino in testa al gruppo scatenato nel finale qualifiche. Lo spagnolo che non ha voluto rinunciare alla gara punta quindi ad intascare i punti che renderanno meno indolore almeno questo suo gran premio a fronte di una concorrenza che farà di tutto per strappargli più vantaggio possibile nella classifica provvisoria piloti.
Intanto Lorenzo ha raggiunto l’obiettivo di dimostrare al connazionale Pedrosa, rivale numero 1, che nonostante l’handicap continua ad essere più veloce di lui. Dani, in fatti, ha ottenuto il quinto tempo strappando per 86 millesimi la quinta piazza ad un sorprendente Loris Capirossi che ha portato una rinata Suzuki in seconda fila.
Degli altri italiani il migliore è stato Andrea Dovizioso, undicesimo con la Honda del team Jir Scot, il quale ha preceduto Marco Melandri che con la Ducati con antipin diverso da quello  che monta Stoner ha fatto registrare qualche leggero miglioramento di adattamento rispetto alle tre gare precedenti. Andrea de Angelis con la Honda Gresini si è fermato al penultimo posto, ultima fila.
Domani all’alba, quando in Italia saranno le 04:40 il warm up ed alle ore 09:00 il via al Gran Premio di Cina. (ore 09:00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.