Barcellona – Jorge Lorenzo è stato nuovamente visitato da Xavier Mir, lo stesso medico che tre settimane fa lo aveva operato all’avambraccio destro, alla clinica Universitaria Dexeus.
Il medico ha sottoposto lo spagnolo della Yamaha ad un nuovo esame per determinare l’entità delle lesioni causate dall’incidente del venerdì di prove a Shanghai.
Attraverso una TAC tridimensionale ad entrambe le caviglie, si sono riscontrate la frattura dell’astragalo nella caviglia destra e la rottura del legamento laterale interno della caviglia sinistra.
Il trattamento di riabilitazione prevede un’immobilizzazione rigida della caviglia destra e una immobilizzazione elastica del piede sinistro. Questo determinerà l’impossibilità per il pilota di appoggiare il più malconcio dei due piedi, che al contrario delle prime analisi effettuate in Cina, è il destro e la quasi certezza dell’impossibilità per lui di prendere parte al prossimo appuntamento della Moto G.P. di scena a Le Mans il 18 maggio.
<<Lunedi prossimo – ha commentato il dottor Mir – faremo nuovi esami e conosceremo meglio i dettagli dell’infortunio di entrambe le caviglie>>. (ore 13:25)