Losail (Qatar) – Il copione già visto letto l’anno scorso ad inizio stagione. La Ducati di Stoner incontenibile. L’australiano è stato il più veloce nelle libere 1 (1’57″053), nelle libere 2 (1’56″310) e in qualifica (1’55″286 a 113 millesimi dal suo record sulla pista). Un crescendo di tempi veloci al quale Valentino Rossi ha sempre replicato senza però riuscire a fare meglio. 1’57″439, 1’56″406, 1’55″759, rispettivamente in libere 1, libere 2 e qualifiche. Il Dottore partirà, quindi, in prima fila affiancato dal compagno di squadra Jorge Lorenzo. Due Yamaha contro una Ducati.
<<Era quello che ci aspettavamo – ha commentato Vale – Siamo molto vicini alla Ducati di Stoner sia io Lorenzo. Possiamo ancora migliorare e 22 giri sono tanti>>.
In seconda fila Andrea Dovizioso con la Honda che ha fatto meglio del compagno di squadra Pedrosa (quinta fila), Capirossi con la Suzuki e Edwards con una delle Yamaha non ufficiali.
Deludente Gibernau al suo rientro in MotoGp con una Ducati non ufficiale (penultima fila) mentre Hayden, compagno di squadra di Stoner, è in forse dopo la spettacolare caduta. Disarcionato dalla sua GP09 l’americano ha riportato contusioni e ferite due delle quali al collo suturate con tre punti mentre per i danni alla colonna vertebrale è stato sottoposto ad accertamenti radiologici.
Buon piazzamento per Marco Melandri che sembra trovarsi bene con la Yamaha: partirà dalla quarta fila.
Non prenderà il via nella 250 il campione in carico Simoncelli a causa del riacutizzarsi del dolore alla mano destra operata appena due giorni fa. <<Nelle libere sono andato bene per due giri poi il dolore diventava insopportabile. Meglio evitare danni ulteriori>>. In pole partirà Alvaro Bautista davanti a Aoyama  e Di Meglio.
La pole della 125 è andata allo spagnolo dell’Aprilia Julian Simon. In prima fila anche Bradley, Iannone e Terol tutti con Aprilia. (23:30 in Italia)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.