Losail – La voglia di scendere in pista è stata più forte del dolore per Sete Gibernau che a due anni e mezzo dal ritiro è tornato a correre al Commercialbank Grand Prix of Qatar nonostante una caduta rimediata all’inizio della pre-stagione, che gli ha provocato la riapertura di una vecchia ferita alla spalla sinistra che non gli aveva permesso di partecipare ai test di Losail all’inizio di Marzo.
<<È stata una gara difficile per noi – ha commentato il pilota spagnolo che ha portato la sua Ducati satellite in 13.ma posizione – Non sapevamo se saremmo durati per tutto l’arco dei 22 giri, per questo voglio ringraziare il mio team, per il grande lavoro che hanno fatto per me. Sono soddisfatto perché andare a punti quando non sai nemmeno se finirai la gara è una gran sensazione – ha continuato – Non posso dire di essere completamente a mio agio sulla moto e ho fatto molta fatica con il dolore alla spalla. Ora, prima della gara in Giappone, voglio tornare a casa ed allenarmi un po’, magari con una delle mie moto, così miglierò la mia condizione fisica. Non posso ancora dire quale sia la vera potenzialità della mia Ducati perché non ero abbastanza in forma per spingere al 100%. Ovviamente ero un po’ teso prima della partenza, ma poi è andato tutto bene. Volevo essere certo di concludere la gara>>, ed in effetti ce l’ha fatta. (ore 13:00)

Nella foto: Sete Gibernau.