Doppietta Yamaha ma vince Lorenzo

Doppietta Yamaha ma vince Lorenzo

Motegi – Yamaha su tutti: i due piloti sul podio. Ma su quello più alto c’è Jorge Lorenzo alla prima vittoria del 2009, seconda in assoluta in MotoGp e prima assoluta in Giappone. Valentino Rossi dal quarto giro ha avuto un calo di rendimento, ancora a causa della gomma posteriore, ed ha dovuto difendere il secondo posto dall’assalto di un rinato Dani Pedrosa e di una Honda che sulla pista di cui è proprietaria ha riscoperto antichi valori piazzando Andrea Dovizioso al quinto posto, superato nel finale dal rimontante Casey Stoner la cui Ducati nei primi 10-12 giri ha girato in sofferenza.
Dopo la pioggia di ieri e le qualifiche annullate, oggi il sole e temperature sull’asfalto che in parte hanno determinato il risultato, se vogliamo a sorpresa. Parte bene Rossi davanti a tutti mentre Stoner perde subito terreno scivolando in settima posizione. Il Dottore tenta l’allungo, con Pedrosa, secondo, e Lorenzo,  a reggere il suo ritmo. Stoner scivola fino all’ottava posizione.
Al quarto giro, Lorenzo si sbarazza abbastanza facilmente di Pedrosa e si mette determinato alla caccia di Rossi dimostrando un  passo superiore a quello del compagno di squadra. Al quinto giro l’otto volte campione del mondo deve alzare bandiera bianca cedendo la testa della corsa al compagno di squadra che si porta con autorità al comando. Rossi perde il ritmo e favorisce il ritorno delle due Honda di Pedrosa e Dovizioso, con lo spagnolo che conferma di essersi messo alle spalle i problemi fisici sfidando il Dottore in una serie di sorpassi mozzafiato. Pedrosa dopo diversi tentativi rintuzzati da Rossi riesce ad effettuare il sorpasso. L’illusione di potere andare a prendere anche Lorenzo dura poco perché Vale impiega  poche curve per riprendersi la seconda piazza con un sorpasso magistrale. Nelle retrovie si scatena Stoner il quale superati  i problemi  iniziali comincia a girare con gli stessi tempi dei primi. L’unico a farne le spese è Dovizioso che, a pochi giri dal termine, cede la quarta posizione all’australiano.
Anche Rossi supera il momento di crisi, saluta Pedrosa e si scatena nella rincorsa di Lorenzo. Ci sarebbe voluto qualche giro in più. Lorenzo sale sul podio più alto dopo Portogallo 2008 e conquista la testa della classifica piloti con 41 punti, uno in più di Rossi, 3 in più di Stoner. Dovizioso e Pedrosa sono rispettivamente quarto e quinto ma se la Honda come Lorenzo avranno costanza di rendimento oggi a Motegi è nato un mondiale con 5 protagonisti. Sarebbe l’ora!
Da segnalare l’ottimo sesto posto di Marco Melandri davanti a Capirossi. Niccolò Canepa chiude in penultima posizione alle spalle di de Angelis. Ritiri, invece, per Hayden (centrato e affondato dopo pochi giri da Takahashi) e Gibernau (finito nella ghiaia).
Nella 125 vittoria di Andrea Iannone, su Aprilia, che ha preceduto gli spagnoli Julian Simon, anche lui su Aprilia (42’25”062) e Pol Espargaro, su Derbi .
In 250 la vittoria è andata allo spagnolo Alvaro Bautista su Aprilia. Secondo il giapponese Hiroshi Aoyama su Honda; terzo l’italiano Mattia Pasini su Aprilia. Marco Simoncelli, campione del mondo in carica, era riuscito ad ottenere la pole e una buona partenza ma non è stato capace di gestire il fastidioso dolore al polso destro operato finendo doppiato. (10:00 in Italia)
 

NO COMMENTS

Leave a Reply