Losail (Qatar),   – Dove eravamo rimasti? Ah, sì. Alla Ducati. E a Stoner, naturalmente. Bene. Allora riprendiamo dalla Ducati e da Stoner.
Primo turno di prove libere nel week end della gara d’apertura della MotoGP 2008. Ed ecco la Ducati e Casey Stoner, entrambi campioni del mondo in carica. Gli altri si affannano, annaspano, litigano col cronometro. Poi scendono in pista la Rossa e il suo cavaliere australiano e mettono tutti d’accordo. Il migliore tempo è loro, 1’55”870, gli altri facciano pure, dietro c’è posto per tutti. Jorge Lorenzo neo compagno di squadra di Valentino Rossi si accaparra la seconda poltrona. Lui, il Dottore, con la sua Yamaha prende posto in  quarta posizione preceduto dalla new entry Andrea Dovizioso che corre con una delle Honda non ufficiali. Troppo in ritardo Vale, lo sa benissimo ma abbozza.
Le Honda ufficiali fanno pena. Daniel Pedrosa meglio del quinto piazzamento non sa fare, Nicky Hayden è addirittura nono. Tra Pedrosa  e Hayden si classificano Randy De punite, sesto con una Honda, Colin Edwards, settimo con una delle Yamaha non ufficiali.
Incubi pomeridiano per Marco Meandri, compagno di squadra in Ducati di Stoner, finito undicesimo e preceduto dalla Kawasaki di John Hopkins, e Loris Capirossi, dodicesimo in sella ad una Suzuki ufficiale che è sembrato uno sacooter nel traffico cittadino. Chiudono la classifica della prima ora di libere Alex De Angeslis (Hondaq) tredicesimo, Shinya Nakano (Honda quattordicesimo, Chris Vermulen (Suzuki) quindicesimo, Toni Elias (Yamaha) sedicesimo, Amthony West (Kawasaki) diciassettesimo e Sylvain Giuntoli (Yamaha). (core 18:30)
 

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply