GP Repubblica Ceca, Rossi pole e caduta

GP Repubblica Ceca, Rossi pole e caduta

Brno – Ti aspetti Jorge Lorenzo e ritrovi in pole Valentino Rossi, quarta stagionale. Il Dottore è riuscito anche nell’intento di migliorare il record sul giro in prova, già suo per altro, con il tempo di 1’56″145, migliorandolo di 46 millesimi. Una caduta negli ultimi secondi delle qualifiche ha rovinato, in parte, il pomeriggio del campione del mondo in carica che ha preceduto, comunque, l’irriducibile compagno di squadra di 50 millesimi e Pedrosa di 383. Ti aspetti Lorenzo perchè dopo il perentorio 1-2 nelle libere lo spagnolo chiaramente puntava al trittico della vigilia ma come accade spesso in situazioni del genere Vale che sembra alle strette riesce a piazzare la botta vincente. E Jorge ancora una volta ha dovuto ingoiare il rospo. Pedrosa con la Honda ha fatto quel che ha potuto ma la moto dimostra qualche insufficenza di troppo su questo circuito, per altrro evidenziata dal sesto posto di Dovizioso, superato da Toni Elias. che ha confermato l’invidiabile stato di forma con la quarta piazza in sella alla sua RC212V con specifiche ufficiali, e da Colin Edwards, sempre brillante in qualifica (molto meno in gara), quarto con la Yamaha Tech3. Le Ducati ufficiali sono entrate nella top ten con Hayden ottavo e Kallio decimo (il finlandese non ha potuto concludere le qualifiche per essere finito, senza conseguenze, fuolri pista). Bene de Angelis, settimo; in affanno Capirossi, nono, e Melandri, quindicesimo. Buono il dodicesimo posto di Canepa.
Soddisfatto Rossi che commenta nel paddock: <<Ho battuto la mano destra, dovrò fare una lastrina al pollice. Il problema è  che abbiamo solo quattro gomme e quella davanti va in grande stress. Sono entrato forte: sentivo che  potevo fare 1’55”. L’importante è che non mi sia fattgo male. Abbiamo migliorato bene la messa a punto e per domani contiamo di fare una buona gara>>.
Lorenzo era rimasto in pole fin quando Rossi non ha deciso di fare sul serio e proprio quando nessuno pensava che avesse tentato l’affondo decisivo, ritenendosi soddisfatto della proima fila: <<Valentino ha realizzato un gran giro. Ho tentato di fare meglio ma non c’è stato nulla da fare. Non ritengo che la sua caduta mi agevoli in gara. Rossi rimane il favorito>>.
Nella 125 Andrea Iannone (Aprilia) ha conquistato la pole position con il tempo 2’08″171. Alle sue spalle lo spagnolo Nico Terol (Aprilia), il tedesco Sandro Cortese (Derbi) e il leader del campionato, l’altro spagnolo, Julian Simon (Aprilia). Solo 12mo Simone Corsi, che domani scatterà dalla terza fila.
Sarà Marco Simoncelli con la Gilera a partire dalla pole position nella classe 250: 2’01″611 il suo tempo nella qualifica. Secondo Hiroshi Aoyama (Honda Scot Racing Team), terzo Hector Barbera (Aprilia Pepe World Pons WRB). Debon, Di Meglio e Locatelli sono rispettivamente quarto, quinto e sesto. Settimo Pasini. (ore 15:30)
 

NO COMMENTS

Leave a Reply