GP Repubblica Ceca, Vale Demolition Man. Lorenzo fuori

GP Repubblica Ceca, Vale Demolition Man. Lorenzo fuori

Brno – Prima Pedrosa con la solita partenza missilistica. Rossi dopo un paio di curve lo doma e passa in testa. A 7 giri dalla conclusione Lorenzo. Lo spagnolo supera il compagno di squadra e tenta l’assolo, Rossi gli sta dietro, incollato, per un giro e a 5 dalla conclusione lo affianca all’interno prendedogli la corda, Jorge tenta di chiudere e si sdraia, rovinando fuori pista. Gara e forse anche campionato concluso perché con 50 punti di vantaggio Rossi da ora in avanti può pianificare in tutta tranquillità le prossime gare.
Demolition Man ha, quindi, colpito ancora ed ha trasformato il giorno della speranza del compagno di squadra nel giorno d’una pesante sconfitta. Nella gara più importante della stagione, diventata a due dopo il forfait di Stoner (portato dal Dottore ad un crisi di nervi), nel momento in cui si è ufficialmente messo sul mercato rivendicando maggiore potere in seno al team, nel momento in cui doveva a tutti costi restare davanti a Vale, Lorenzo ha fallito ancora. Non solo perché con 50 punti di distacco il Mondiale è andato ma perché oggi ha una volta di più, e definitivamente, ha dimostrato che  a livello mentale anche lui comincia a sentire e soffrire il confronto col campione pesarese. Jorge Lorenzo anche oggi nel momento topico d’una battaglia ha detto al mondo di essere bravo e forte ma nel confronto con Rossi di essere soccombente. E Valentino Rossi è sempre più vicino al suo nono titolo mondiale, vittorioso alla… Rossi con 11 secondi di vantaggio su Daniel Pedrosa, capace di restargli davanti poche curve dopo il via e niente di più, 20 su Toni Elias, scatenato con la Honda satellite (non può però non saltare all’occhio che il podio è arrivato appena dopo l’annuncio che l’anno prossimo il team Gresini avrà Simoncelli e Melandri; non è affatto da escludere che gli servisse per trovare un bel sedile nel 2010). Quarto Andrea Dovizioso, un ufficiale Hrc, quinto Loris Capirossi con la Suzuki. L’assenza di Casey Stoner si è fatta abbastanza sentire e il suo sostituto in Ducati, Mika Kallio, ha guastato la sua gara rovinando addosso al povero Melandri . Sempre per quanto riguarda la Rossa di Borgo Panigale qualche timido segnale di ripresa da Nicky Hayden, giunto sesto. Ottavo De Angelis, 12mo Canepa, ritirato Michel Fabrizio.
Marco Simoncelli, campione del mondo in carica, ha vinto nella 250. Al secondo posto Mattia Pasini,  terzo lo spagnolo Alvaro Bautista, su Aprilia come Pasini. Il mondiale vede in testa ancora il giapponese Hiroshi Aoyama (Honda) con 172 punti, Bautista è secondo con 160 punti e Simoncelli terzo con 140 punti.
Lo spagnolo Nico Terol (Aprilia) ha vinto la gara della classe 125. Dietro di lui Simon e Iannone. Nel campionato piloti Julian Simon è ancora leader con 174 punti, mentre Andrea Iannone è quinto a quota 109,5. Aprilia è quasi campione del mondo della ottavo di litro grazie ai suoi 237,5 punti in classifica, seguita dalla Derbi con 107 punti. La prossima gara a Indianapolis potrebbe assegnare il titolo matematicamente al marchio del gruppo Piaggio.
Dopo i festeggiamenti Valentino Rossi non riesce a contenere la gioia per una vittoria davvero pesante in chiave mondiale: <<Sono molto contento, è stato un bel week end, anche se Lorenzo era più a posto di me, poi ha sbagliato, e io ne ho approfittato. Sono contento soprattutto per come abbiamo lavorato,abbiamo sempre sofferto da Venerdì, Lorenzo era più veloce, poi ce l’ho fatta a fare la pole. Oggi gara perfetta, devo baciare la mia squadra, peccato per Lorenzo, sarebbe stata una bella lotta ma è scivolato. Bene per me perché 50 punti cominciano a essere tanti, avanti così>>.
<<Ho poco da dire – commenta uno sconsolato Lorenzo – Ho fatto la mia gara rimontando dopo una non buona partenza, ho superato Rossi forse troppo presto e mi sono esposto alla sua strategia. Quando mi sono reso conto che sta per riprendere la testa ho cercato di chiudere ma mi sono piegato troppo e la conclusione la conoscete. Non mi ritengo ancora fuori dalla corsa al titolo>>. (ore 16:00)

 

NO COMMENTS

Leave a Reply