Brno – Dopo il gran premio i test. Il Circus del Motomondiale è rimasto in Cecoslovacchia per proiettarsi nel 2010. La Yamaha con Rossi ha provato oltre al telaio, anche un nuovo motore ma purtroppo solo una ventina di giri a causa della pioggia <<ma sono stati sufficienti a capire molte cose del materiale portato qui dalla Yamaha – ha detto il Dottore –  Il nuovo telaio mi ha trasmesso buone sensazioni ed è già un buon inizio. Il motore, che è ancora allo stato di prototipo, è stato fatto in base alle norme del regolamento dell’anno prossimo, quindi per durare ancora di più di quelli di quest’anno. Mi sembra che l’obiettivo di non perdere cavalli sia stato centrato, ma c’è ancora da lavorare>>.
La parziale inativvità rispetto al programma previsto ha permesso a Rossi di rilassarsi. Per modo di dire perché ha ribadito che il campionato non è concluso. <<Non credo che i 50 punti di vantaggio che ho su Lorenzo possano significare la fine del campionato. Mancano ancora sei gare e tutto può succedere. Comunque in gara io e Lorenzo abbiamo dimostrato che le Yamaha sono le moto migliori. Mi aspettavo che Pedrosa fosse più veloce, perché nelle prove aveva fatto vedere un buon passo. In gara con sei decimi al giro in meno di me e Lorenzo non poteva fare molto>>.
Cautela a parte, dopo la vittoria in Repubblica Ceca e la caduta di Lorenzo, Valentino Rossi è pronto per la zampata finale al suo nono titolo iridato, titolo non matematico, vero, ma sempre più vicino. <<È stata una gara incredibile, quasi perfetta direi. Sapevo che Lorenzo era veloce, anche più di me nelle libere. Ad ogni modo abbiamo fatto qualche modifica e con maggior feeling con l’anteriore sono riuscito a fare una grande partenza, a spingere come un diavolo e il lavoro di Jorge è diventato difficile.Quando mi ha superato ero pronto per la battaglia ma sfortunamente per lui e fortunamente per me è caduto e ora ho 50 punti di vantaggio, che cominciano a essere abbastanza. Il campionato, ripeto, è ancora aperto perché Lorenzo è molto veloce e ad Indianapolis ci riproverà e Stoner tornerà presto>>.
Il recente ricordo di vittorioso di Brno si conclude con un grazie particolare al team Yamaha, che gli ha sistemato la M1 dopo la caduta nelle prove di qualificazione: <<Devo baciare la mia squadra, sono molto contento per la gara perchè siamo riusciti a mettere a posto la moto dopo il warm up>>. Ma anche una battuta per gli avversari con quel sorriso da Topo Gigio che fa incazzare il destinatario del complimento: <<Voglio ancora ribadire che è stato un peccato per la caduta di Lorenzo, perchè sarebbe stato un bel duello. Stoner? Secondo me se avesse corso avrebbe potuto arrivare secondo o terzo. Qui Casey è sempre andato forte e poteva essere sicuramente protagonista, come lo è sempre stato quest’anno, mi dispiace e spero che torni. In effetti qui a Brno è mancato. Io personalmente quando ho saputo che non sarebbe venuto, ho creduto che fosse uno scherzo. Pedrosa fa quel che può, tanto, con una Honda che ancora non è molto competitiva su tutti i circuiti>>.
Prossimo appuntamento Indianapolis, il 30 Agosto, Gran Premio degli Usa. (ore 09:00)
 

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply