Misano Adriatico – Le certezze che c’erano non ci sono più. Né per l’uno né per l’altro. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sanno che le ultime cinque gare, a cominciare da quella di domenica prossima a Misano per il Gran Premio di SanMarino, saranno sentenze che potrebbero avere conseguenzse definitive.
Non è più lecito sbagliare, da ora in avanti ogni errore si pagherà carissimo. Nelle cinque tappe di avvicinamento alla conclusione della stagione Misano è delicatissima. L’errore del Dottore a Indianapolis ha dimostrato una volta di più che in questo sport niente è scontato. Il Fenomeno lo sa. Sa anche che l’unico rivale rimasto nella corsa al titolo è capace di complicarsi la vita ma anche di sorprese spiacevoli. Venticinque punti dividono i due e il GP di San Marino può essere interlocutorio ma anche cruciale: se vince Vale la situazione torna nella norma, se prevale Jorge la faccenda si farà sempre più complicata.
I due polli del pollaio Yamaha affidano al comunicato del team i rispettivi propositi per il prossimo week-end. <<Sono felice perché non dobbiamo aspettare molto prima della prossima gara, voglio dimenticare in fretta l’errore di Indianapolis – dice Rossi, che punta a bissare il successo ottenuto nel 2008 – Lo scorso anno è stato incredibile vincere davanti a tutti i miei tifosi in una pista così vicina a casa mia (soli 15 km da Tavullia, ndr). Vogliamo ottenere il massimo, come sempre il mio fan club organizzerà una grande festa e io spero di regalare uno spettacolo appassionante. Come abbiamo visto lo scorso week-end tutto può succedere e il Mondiale non è finito. Dobbiamo continuare a lavorare per ottenere il maggior numero di punti in ogni gara>>.
Replica Jorge Lorenzo: <<Il mio primo pensiero è quello di mettere a punto la moto e portarla al massimo. So che a Misano possiamo fare ancora meglio dell’anno scorso, anche se sarà molto dura riuscirci nel circuito di casa di Valentino. Spero che tutti potranno assistere a una grande battaglia. Misano è uno dei circuiti dove ho fatto meglio nel passato. Sono sicuro che saremo competitivi. Nel 2007 ho ottenuto la vittoria in 250 e l’anno scorso sono arrivato secondo, non troppo distante da Valentino. I 25 punti guadagnati a Indianapolis mi hanno caricato, anche se sarà davvero difficile puntare al titolo mondiale>>. (ore 09:00)
Nella foto: Rossi e Lorenzo in uno dei loro duelli. 
 

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.