Le Mans – Al quinto tentativo la Honda è riuscita a partire dalla pole position dopo avere ceduto per quattro gran premi di fila alla Yamaha, ufficiale o privata. Dani Pedrosa, dopo avere dominato le libere 1 e 2 ed essere rimasto alla finestra nel turno conclusivo (ma pur sempre terzo alle spalle delle Yamaha di Edwards e Rossi) ha fatto ieri pomeriggio il migliore tempo sul circuito di Le Mans dove domani pomeriggio si correrà il Gran Premio di Francia. 1’32”647 il crono dello spagnolo che ha resistito all’assalto della Yamaha privata di Edwards e della Ducati del campione del mondo in carica Stoner, rispettivamente a 127 e 347 millesimi di distacco.
Valentino Rossi, in cerca di conferma dopo il successo in Cina, per tutto il week-end non ha saputo rispondere alla superiorità della Honda di Pedrosa, soprattutto, ed è stato sempre superato anche da altri avversari in lotta con lui per il titolo iridato. La  Yamaha del Dottore, infatti, non è stata mai in grado di fare tempi sul giro da fare bene sperare per la gara ed anche se domani muoverà dalla seconda fila, alle spalle proprio di Pedrosa, il suo tempo di 1’33”157 che si trasforma in un distacco di  oltre mezzo secondo dallo spagnolo (501 millesimi per l’esattezza) non è di buono auspicio per una gran premio che Rossi vorrebbe, al contrario, vincere. Ma con Vale mai dire mai perché è dimostrato che in gara nel momento della verità egli riesce sempre ad inventare qualcosa.
In tono minore anche la Yamaha di Jorge Lorenzo, quinto tempo, il quale però ha l’attenuante di correre ancora con le caviglie fuori uso e quindi in grande sofferenza. La seconda fila è completata dalla Honda di Hayden che però non si è mai dimostrato all’altezza del compagno in pole position.
Scritto di Rossi, per gli altri italiani non è stata una qualifica incoraggiante. Dovizioso decimo con la Honda del Jir Scott Team, Capirossi undicesimo con la Suzuki, de Angelis quindicesimo con la Honda Gresini. Peggio di tutti sta Melandri che in Cina sembrava avere trovato il feeling con la sua Ducati per incominciare a risalire la scala dei valori ma che oggi pomeriggio è ripiombato nel tunnel dell’anonimato più completo. Marco, infatti, partirà dall’ultima fila col penultimo tempo!
(ore 15:30)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.