Le Mans – E’ finita con Angel Nieto e Valentino Rossi insieme sulla Yamaha del Dottore per il giro d’onore. 90 vittorie lo spagnolo, 90 vittorie con quella di ieri Vale. Due campioni irripetibili accomunati in un trionfo che hanno voluto condividere.
Nella giornata del trionfo completo della Yamaha, monomarca sul podio, Jorge Lorenzo come Valentino è stato l’altro grande protagonista del Gran Premio di Francia, quinta gara della stagione. Lo spagnolo è risalito dalle retrovie e ha anch’egli messo il bavaglio a tutti gli avversasi andando a conquistare una seconda piazza, insperata alla vigilia tenuto conto che continua a correre con le caviglie fratturate e solo grazie a massicce dosi di antidolorifici. Anche Edwards oggi ha trovato il momento dell’acuto e dopo un duello prolungato nel finale è riuscito a disfarsi di Pedrosa, grande battuto della giornata dopo avere dominato le libere, ed a conquistare il terzo posto. L’altro grande sconfitto si chiama Stoner che ha lottato come ha potuto, poi ha ceduto di schianto fino alla rottura del motore che lo ha retrocesso in ultimo posto. Ma è stata la Ducati campione del mondo la vera sconfitta della gara con entrambi i suoi piloti fanalini di coda dell’ordine d’arrivo.
Valentino ha iniziato guardingo dietro a Stoner e Pedrosa poi ha preso l’iniziativa, li ha passati e con ancora 18 giri da ultimare ha scavato il vantaggio che arrivato fino al picco di oltre 10 nella sua irresistibile galoppata solitaria. Non gli è stato da meno Jorge Lorenzo, arrivato secondo malgrado le cadute e le fratture. Non appena tornerà in forma per Rossi sarà un rivale tremendo.
Valentino è l’unico pilota ad avere vinto 2 gare sulle 5 iniziali e con i 25 punti di oggi mette le mani sul titolo iridato 2008. E’ ancora presto perché la questione possa essere ritenuta definita ma è anche vero che se il Dottore e la sua Yamaha continueranno con questo passo agli altri non resterà che darsi…ammalati. (ore 15:00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.