GP Valencia, Ducati col solito Stoner

GP Valencia, Ducati col solito Stoner

Valencia – Se c’è uno che non ha nulla da chiedere all’ultimo gran premio della stagione questi è Valentino Rossi. La conquista anticipata del nono titolo mondiale lo mette al riparo da qualsiasi ansia e preoccupazione. Che se la sbrighino gli altri a dare interesse alla gara, lui si vedrà al momento opportuno se necessario. Non c’è interesse neanche per gli appannaggi alle spalle del Dottore. Lorenzo è sicuramente secondo, casomai è il terzo posto che rimane min palio tra Stoner e Pedrosa.
Comunque l’ultima gara ha sempre un suo fascino al quale nessuno si sottrae, probabilmente neanche Vale che fa finta di niente. Lorenzo, per esempio, quì non ha mai vinto. Stoner e e Pedrosa più di una volta, come Rossi ma tanti anni fa. Per cui quando la bagarre si scatenerà a prescindere dalle posizioni di griglia tutto è ancora possibile. Potete stare certi che non sarà una gara per belli addormentati.
L’unica titolo da assegnare ancora è quello della 250. Simoncelli campione ancora in carica spera nei miracoli. Uno deve farlo lui e poi sperare. Marco, staccato di 21 punti dal giapponese Hiroshi Aoyama per ribaltare la situazione deve vincere e sperare che il giapponese non entri tra i primi undici. Eventualità piuttosto improbabile. Ma, intanto, oggi nelle libere 1, tre spagnoli davanti a tutti. Sono Hector Barbera (Aprilia), Alex Debon (Aprilia) ed Alvaro Bautista (Aprilia). Il più veloce, Barbera, ha chiuso queste prove in 1’36″185. In quarta posizione c’é Hiroshi Aoyama (Honda) che ha fatto meglio di Marco Simoncelli (Gilera), sesto a quasi un secondo di distacco da Barbera. DUCATI -Il team ha confermato che la gara valenciana sarà l’ultima in “Rosso” per Livio Suppo, responsabile del progetto MotoGP di Ducati che dal 2010 si accaserà alla Honda.
<<Lascio una parte di me in Ducati, ma la possibilità di lavorare con Honda è difficile da rifiutare. Sarò una specie di direttore marketing per la MotoGP. Spero di iniziare con il piede giusto – ha commentato Suppo – È stato un grande periodo. Lavorare 11 anni con Ducati è stato un sogno e credo che insieme abbiamo fatto grandi cose. Ogni tanto nella vita c’è bisogno di nuove motivazioni quindi voglio ringraziare Ducati per tutte le opportunità che mi hanno dato. Sono pronto per una nuova sfida. Il Campionato 2007 è stato l’apice della mia relazione con il team>>.
<<Livio ha rappresentato molto per Ducati ed anche per me personalmente: è stato un collaboratore leale e prezioso, ma soprattutto un grande amico – ha commentato Claudio Domenicali, direttore Generale Ducati – Ci dispiace che abbia deciso di lasciare l’azienda ma, alla luce della sua correttezza, della professionalità e del grande contributo che ha offerto per la crescita e l’affermazione del progetto MotoGP e del marchio Ducati, non possiamo che fargli i nostri migliori auguri per la sua nuova esperienza professionale>>. Tornando alla gara, ecco i tempi delle libere 1 della MotoGP:
1.  Stoner, Ducati Marlboro Team,  1’32″813 
2.  Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team,  1’33″195 
3.  Pedrosa, Repsol Honda Team,  1’33″241 
4.  Rossi, Yamaha, Factory Racing Team,  1’33″499 
5.  de Puniet, Honda LCR,  1’33″910 
6.  de Angelis,  Honda Gresini,  1’34″106 
7.  Edwards, Tech 3 Yamaha,  1’34″123 
8.  Dovizioso, Repsol Honda Team,  1’34″382 
9.  Capirossi, Rizla Suzuki MotoGP,  1’34″427 
10. Hayden, Ducati Marlboro Team,  1’34″462 
11. Kallio, Pramac Racing,  1’34″696 
12. Melandri, Kawasaki Racing Team,  1’34″859 
13. Toseland, Tech 3 Yamaha,  1’34″865 
14. Elias, Honda Gresini,  1’34″873 
15. Spies, Sterilgarda Yamaha Team,  1’35″052 
16. Vermeulen, Rizla Suzuki MotoGP,  1’35″131 
17. Talmacsi, Team Scot Racing,  1’35″258 
18. Espargaro, Pramac Racing,  1’35″548  (ore 16:00)
Nella foto, Casey Stoner.

 
 
 

NO COMMENTS

Leave a Reply