Barcellona – Approvato in via definitiva il regolamento tecnico MotoGP in vigore a partire dal 2012.
La Commissione Grand Prix, composta da Carmelo Ezpeleta (Ceo Dorna), Claude Danis (Fim), Hervé Poncharal (Irta) e Takanao Tsubouchi (Msma), alla presenza di Ignacio Verneda (Fim sports director), Javier Alonso (Dorna) e Paul Butler (Segretario della riunione), in una riunione tenuta il 17 Febbraio a Barcellona, ha deciso all’unanimità di introdurre alcune modifiche al Campionato del Mondo MotoGP a partire dal 2012.
Dati già conosciuti a parte (la categoria MotoGP correrà con moto fino a 1000 centimetri cubici di cilindrata, 4 cilindri e un massimo diametro per cilindro di 81 millimetri), è stato raggiunto un accordo unanime riguardo il peso delle moto e la capacità massima dei serbatoi di benzina.
Così, le moto fino a 1000cc di cilindrata dovranno avere un peso minimo di 153 kg. Per i fabbricanti che dovessero optare per continuare con motori 800cc, tali prototipi dovranno presentare un peso minimo di 150 kg. Per quanto riguarda la capacità dei serbatoi per le moto appartenenti a team ufficiali sarà di 21 litri, con il numero massimo di motori che rimarrà di 6 per stagione.
Diversa la situazione per i team privati, che potranno sfruttare una normativa che sarà redatta ufficialmente alla fine di Maggio. Tali team passeranno sotto la denominazione CTR (Claiming Rules Teams) e, in prima istanza, è stato approvato che questi possano usufruire di 12 motori per stagione, e che la capacità del serbatoio possa arrivare fino a 24 litri. (ore 11:09)