Losail – Non c’è stato niente da fare, è stato micidiale nel quarto settore là dove gli altri hanno lasciato sul circuito decimi prteziosi che hanno fatto la differenza. Padrone delle libere, padrone della prima qualifica della stagione appena iniziata Casey Stoner parte dalla pole position. 1’55″007 il crono imbattibile della Ducati dell’australiano vincitore delle ultime tre edizioni del Gran Premio del Qatar. L’assalto delle Yamaha nell’ultimo giro a disposizione era sembrato potesse colpire il bersaglio grosso. Soprattutto Valentino Rossi aveva avuto un perentorio recupero nei primi due settori ma nel terzo ha cominciato a cedere il vantaggio fino a perderlo inesorabilmente nel quarto settore. 1’55″362 il tempo del Dottore, +355 millesimi da Stoner. Jorge Lorenzo ha tentato il colpaccio a sorpresa ma anch’egli nel quarto settore è stato meno veloce anche del compagno di squadra dal quale si è preso 158 millesimi che sono più di mezzo secondo da Stoner. La sfida comunque riparte da questi tre protagonisti, almeno in questo primo gran premio della stagione.
In seconda fila le sorprese si chiamano de Puniet, quarto tempo con la LCR Honda, e Capirossi, quinto con la Suzuki, mentre sotto certi aspetti per quel che fino a poco prima era riuscito a fare, costituisce una delusione la presenza in questo secondo allineamento il sesto tempo di Dovizioso il quale, comunque, ha fatto meglio del compagno di squadra Pedrosa. Lo spagnolo parte, infatti, dalla terza fila in compagnia con Edwards e Hayden.
Per gli altri due italiani che quest’anno fanno parte dello sparuto gruppetto di 17 piloti della MotoGP, Simoncelli e Melandri, è stata una qualifica da dimenticare. I due piloti della Gresini Honda hanno avuto molti problemi di tenuta (Simoncelli è anche finito fuori pista senza alcuna conseguenza) ed i loro piazzamenti sono deprimenti: Simo quindicesimo, Melandri ultimo.
Domani sera alle 22 la gara. Stoner farà poker di vittorie? (ore 23:32)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply