Silverstone – Prove tecniche di mattatore. Le ha fatte oggi pomeriggio Jorge Lorenzo che da questa gara ha assunto il ruolo di prima guida della Yamaha “vedova” di Valentino Rossi. Un ruolo che sembra calzi bene al personaggio il quale nelle libere 1 non s’è lasciata sfuggire l’occasione per una recita a soggetto. Lorenzo ha fatto il giro più veloce sul nuovo tracciato di Silverstone fermando il cronometro nel tempo di 2’05″991. Niente di eccezionale, ma quanto è bastato per tenere dietro un ritrovato (si spera) Casey Stoner con la Ducati, secondo ad appena 142 millesimi, ed un sempre grintoso Andrea Dovizioso che ha portato la sua Honda al terzo posto a 356 millesimi dallo spagnolo. Dani Pedrosa,dominatore al Mugello, non ha saputo tenere il ritmo dei migliori ed è stato superato anche da Randy de Puniet, quarto con la Honda LCR, e da Ben Spies, quinto con la Yamaha Tech 3. Pedrosa si è classificato sesto con un ritardo significativo, 1″259 dal connazionale della Yamaha e per un soffio davanti al lottatore Marco Melandri settimo con la Honda Gresini. Simoncelli nono e un deludente Capirossi quindicesimo completano la classifica degli “azzurri”.
Ecco classifica e tempi delle libere 1.
 
1 Lorenzo, Yamaha,2’05″991 
2 Stoner, Ducati,2’06″133 
3 Dovizioso, Honda,2’06″347
4 de Puniet, Honda LCR,2’06″439
5 Spies, Tech 3 Yamaha,2’07″250
6 Pedrosa,Honda,2’07″586 
7 Melandri, Honda Gresini,2’07″588
8 Espargaro, Pramac Ducati,2’07″927
9 Simoncelli, Honda Gresini,2’07″951
10 Hayden,Ducati,2’08″300
11 Barbera, Aspar Ducati,2’08″452
12 Edwards,Tech 3 Yamaha,2’08″525
13 Bautista,Suzuki,2’08″666
14 Aoyama,Interwetten Honda,2’09″639
15 Capirossi,Suzuki, 2’09″805
16 Kallio,Pramac Ducati,2’10″227 (ore 16:00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.