Silverstone – Freddo e pista umida. La collezione delle cadute ha coinvolto Dovizioso, Spies, Barbera e Simoncelli. Per fortuna senza conseguenze per i piloti. Il clima più invernale che estivo ha eccitato Dani Pedrosa che con la Honda è stato l’unico a fare il tempo sotto 2’05”. 2’04″944 il crono dello spagnolo che ha dato 297 millesimi al sorprendente de Puniet, secondo, e quasi mezzo secondo a Lorenzo, terzo, per la precisione a 404 millesimi. Dopo la buona impressione di ieri oggi Stoner è caduto in un nuovo letargo ed ha concluso al quarto posto a oltre mezzo secondo da Pedrosa. Quinto posto per Dovizioso, che però ha potuto fare solo 19 giri a causa della caduta, sesto Hayden e settimo Melandri. Anche Simoncelli ha fatto pochi giri, 16, e prima della caduta il suo migliore tempo lo ha posizionato al nono posto preceduto da Edwards. Ancora in difficoltà Capirossi, quindicesimo, con un tempo altissimo, 2’08″053.
Ecco i tempi e la classifica delle libere 2.
1 Pedrosa,Honda,2’04″944 
2 de Puniet,Honda LCR, 2’05″241 
3 Lorenzo, Yamaha,2’05″348 
4 Stoner,Ducati,2’05″539
5 Dovizioso,Honda,2’05″594 
6 Hayden, Ducati, 2’06″128 
7 Melandri, Honda Gresini, 2’06″205 
8 Edwards, Tech 3 Yamaha, 2’06″619 
9 Simoncelli, Honda Gresini, 2’06″829 
10 Espargaro, Pramac Ducati, 2’06″903 
11 Spies, Tech 3 Yamaha, 2’07″017 
12 Barbera, Aspar Ducati, 2’07″035 
13 Aoyama, Interwetten Honda, 2’07″832 
14 Kallio, Pramac Ducati, 2’07″930 
15 Capirossi, Suzuki, 2’08″053 
16 Bautista,Suzuki, 2’08″969 (ore 13:00 in Italia)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.