Assen – La MotoGP anticipa. Si correrà sabato e non domenica ed oggi ha fatto le prove qualifiche sul nuovo tracciato di Assen. Nuovo il tracciato “vecchio” il protagonista, almeno per quanto riguarda la stagione in corso senza Valentino Rossi lungodegente. Ad Assen, infatti, il tempo migliore nelle libere 1 lo ha fatto Jorge Lorenzo.  Lo spagnolo della Yamaha ha messo la firma su 1’35″169, ha girato tanto, ha capito subito la pista nuova, ha sitemato l’assetto e scoperto che con le gomme dure si può andare forte. Sarà come in Gran Bretagna un’altra fuga per la vittoria? Forse, ma intanto prendiamo atto che a soli 11 millesimi si è piazzato, secondo, Casey Stoner  oggi pomeriggio impegnatissimo a capire e interpretare le novità di una Ducati particolarmente performante come non le capitava in questa stagione, com’è stato dimostrato anche dal terzo tempo di Hayden, tornato a sorridere dopo la beffa del podio mancato di Silverstone e con tanta voglia di rivincita. Hayden da Lorenzo si è preso però 506 millesimi, che cantano oltre mezzo secondo. Nicky, terzo, ha preceduto  il connazionale Edwards, quarto, di 13 millesimi. In ombra le due Honda ufficiali di Dovizioso e Pedrosa ben oltre il mezzo secondo di distacco dallo scatenato Lorenzo. Sorridono Espargaro, carico e settimo con la Ducati privata della Pramac, oltre che staccato di soli 5 millesimi da Pedrosa, e Spies, ottavo, che di millesimi dallo spagnolo della Honda ne ha 20. Distacchi che sembrano dire che la Honda ufficiale quì sarà strenuamente in difesa. Sensazione che si rafforza guardando anche i tempi di Simoncelli, Melandri e De Puniet. Un inspieganilmente demotivato Capirossi si è piazzato tredicesimo, a oltre 1 secondo e 6 dal leader della classifica. Troppo per un leone come Loris che si deve rassegnare ad una Suzuki nettamente inferiore alla concorrenza. Infine Kousuki Akiyoshi  sostituto di Aoyama nel team Honda Interwetten si è preso 6 secondi dal primo. Scotto del noviziato o bidone autentico? Comunque, a proposito di sostituti,  sarà il giapponese Wataru Yoshikawa a prendere il posto di Valentino Rossi sulla Yamaha n. 46. Il collaudatore della Yamaha, 41 anni (sic!), con un passato nella Superbike giapponese e un secondo posto nella 8 Ore di Suzuka, sarà in squadra dal G.P. della Catalogna il 4 luglio fino al  ritorno di Rossi (il 16 agosto a Brno, come annuncia il Dottore convalescente dopo l’incidente al Mugello?). (ore 16:30)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.