GP Olanda, Jorge Lorenzo che noia!

GP Olanda, Jorge Lorenzo che noia!

Assen – L’eccitazione da assenza di Valentino Rossi è evidente. Lui si eccita, gli altri vanno in depressione. Il titolo MotoGP 2010 è già assegnato. Il resto del campionato non avrà storia.  Jorge Lorenzo e la Yamaha sul circuito di Assen hanno fatto l’assopigliatutto, dalle libere 1 alla gara. Tutto per loro, agli altri le misere briciole d’un week-end che ha avuto due soli protagonisti.
Lorenzo è partito a razzo dalla pole position ed ha preso subito un buon margine. Poi a causa della posteriore dura ha dovuto cedere al ritorno di Pedrosa e Stoner che avevano la morbida. Si è fatto avvicinare ma li ha tenuti a bada quel tanto che è bastato perché la situazione si ribaltasse a suo favore: la morbida ha ceduto progressivamente, la dura è cresciuta di pari passo. Gara senza storia. Punto e basta. Pedrosa nel finale ha preso le misure a Stoner e si è garantito il secondo posto. Spies nello stesso frangente ha fatto barba, capelli e baffi a Dovizioso ed è andato a conquistarsi la quarta posizione. Andrea ha lottato come ha potuto con l’americano e soprattutto con de Puniet che aspirava alla quinta piazza del forlivese ma alla fine ha dovuto rinunciarvi. Il resto della compagnia è misera cosa se Haydem, per esempio, con la Ducati è finito settimo a più di 25″ da Lorenzo Volante.
Classe 125 – Anche Marc Marquez, spagnolo come Jorge,  su Derbi, ha vinto partendo dalla pole. E’ andato  in testa e li è rimasto mentre alle sue spalle si installavano i connazionali Nico Terol  su Aprilia e Pol Espargarò  su Derbi dopo aver passato Efrem Vazquez (Derbi) poi scivolato. Il migliore degli italiani è stato ancora una volta Simone Grotzky Giorgi (Aprilia), nono.
Classe Moto2 – Consoliamoci con Andrea Iannone. Scattato bene dalla pole e già dalla terza curva si è piazzato in testa per non lasciare più la posizione fino alla bandiera a scacchi. Impressionante il ritmo di Iannone, che ha girato in tempi più bassi della pole position. Secondo lo spagnolo Toni Elias, terzo lo svizzero Thomas Luthi, entrambi su  Moriwaki. (ore 15:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply