Brno – L’estate sembra essdere finita da queste parti. Stamane per le prove libere 2 18 gradi nell’aria e appena 19 sull’asfalto con l’umidità al 96%. Ovviamente cielo coperto e minaccia di pioggia. La notizia positiva in questo background è che rispetto a ieri la visibilità è migliorata. Come èp migliorato Dani Pedrosa che ha fatto il giro più veloce della seconda e conclusiva sessdione di prove libere migliorando il crono di ieri di Lorenzo (1’57″215) portandolo a 1’57″201. Potrebbe essere un buon segnale per lo spagnolo della Honda per tentarfe nel pomeriggio di conquistare la terza pole della stagione dopo quelle di Jerez e del Mugello. Lorenzo, che rimane il più veloce gtra i due “ufficiali” della Yamaha, ha peggiorato il tempo di venerdì anche se di un insignificante 2 millesimi che non mettono in dubbio il pronostico se non per la pole per la gara di domani. Miglioramento per la seconda Honda ufficiale, la  RC212V di Andrea Dovisioso che ha ottenuto la terza piazza a 355 millesimi dal compagno di squadra. Anche Casey Stoner con la Ducati Desmosedici ha migliorato la sua performance sul giro e col tempo di stamane si è piazzato al quarto posto a 487 millesimi da Pertosa. L’australiano ha preceduto Valentino Rossi il quale dal terzo posto di ieri è, quindi, scivolato al quinto di stamane. Ieri il Dottore aveva fatto 1’57″821, oggi 1’57″866 a oltre mezzo secondo da Pedrosa. Inserirlo nella rosa dei pretendenti alla pole position viene difficile.
L’altro ducastista Nick Hayden è stato relato all’ottavo posto (settimo Spies). Ha preceduto Marco Simoncelli che è stato il più veloce degli italiani meno quotati in questo campionato: Loris Capirossi undicesimo, Marco melandri quindicesimo, Alex de Angelis ancora ultimo.
A 15 minuti dall’inizio Randy de Puniet (LCR Honda), appena rientrato da un infortunio, è caduto senza conseguenze. Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) è uscito all’altezza della curva 3 e  per lo spagnolo ci sono esami in corso e non è scluso che debba dare forfait nelle qualifiche.
Ecco la classifica e i tempi della libere 2.
1. Dani Pedrosa, Repsol Honda, 1’57″201 
2. Jorge Lorenzo, Fiat Yamaha, 1’57″217 
3. Andrea Dovizioso, Repsol Honda, 1’57″572 
4. Casey Stoner, Ducati Team, 1’57″688
5. Valentino Rossi, Fiat Yamaha, 1’57″866
6. Colin Edwards, Yamaha Tech 3, 1’57″971
7. Ben Spies, Yamaha Tech 3, 1’57″975
8. Nicky Hayden, Ducati Team,1’58″166
9. Marco Simoncelli, Honda Gresini, 1’58″507
10. Hector Barbera, Ducati Aspar, 1’58″692
11. Loris CPIROSSI, Suzuki Rizla MotoGP, 1’59″042
12. Mika Kallio, Ducati Pramac, 1’59″532
13. Aleix Espargaro,  Ducati Pramac,1’59″599
14. Randy de Puniet,  Honda LRC,1’59″775 
15. Marco Melandri, Honda Gresini, 1’59″792
16. Alvaro Bautista, Suzuki Rizla MotoGP, 2’00″158
17. Alex de Angelis,  Honda Interwetten, 2’00″246  (ore 12:30)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.