Indianapolis – Due cadute senza conseguenze, molto impegno da parte di tutti per trovare le soluzioni migliori, conferme e progetti di rivalsa. La prima sessione delle prove libere del Gran Premio di Indianapolis si è sviluppata su queste linee-guida e si è conclusa dopo un’ora con la Ducati di Casey Stoner in prima posizione con il crono di 1’40″884, unico pilota in grado di fare il giro sotto l’1’41. Il leader del mondiale Jorge Lorenzo si è dovuto accomodare sulla seconda poltrona con 223 millesimi di distacco mentre, a completare la ritrovata forza (speriamo) della Ducati, Nick Hayden (caduto a 11 minuti dalla conclusione, brividi senza conseguenze) si è classificato terzo a 521 millesimi dal compagno di squadra prossimo emigrante in Honda.
Dani Pedrosa, che in Honda aspetta l’australiano, ha conquistato il quarto posto (+537 millesimi il distacco) e Valentino Rossi, prossima destinazione Ducati, si è fermato al quinto posto con la Yamaha (+739 millesimi da Stoner).
La top ten delle libere 1 è completata da Colin Edwards, sesto con la Yamaha Tech3, Andrea Dovizioso, settimo con la Honda,Ben Spies (il secondo caduto della giornata), ottavo con l’altra Yamaha Tech3, Aleix Espargaró nono con la Ducati Pramac e Marco Melandri, decimo con la Honda Gresini.
L’ordine d’arrivo si completa con Marco Simoncelli (Honda Gresini) undicesimo, Hector Barbera (Ducati Aspar) dodicesimo, Mika Kallio (Ducati Pramac) tredicesimo, Alvaro Bautista (Suzuki) quattordicesimo, Loris Capirossi (Suzuki) quindicesimo, il rientrante Hiroshi Aoyama (Honda Interwetten) sedicesimo, e Randy de Puniet (Honda LCR) nella inusuale posizione di ultimo.
Ecco la classifica e i tempi delle libere 1 (tra parentesi i giri effettuati)
1.  Casey Stoner, Ducati Marlboro Team, 01’40″884 (22 giri)
2.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team, 01’41″109 (26)
3.  Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 01’41″405 (19)
4.  Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, 01’41″421 (26)
5.  Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing Team, 01’41″623 (27)
6.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3, 01’41″664 (24)
7.  Andrea Dovizioso, Repsol Honda Team, 01’41″683 (26)
8.  Ben Spies, Yamaha Tech 3, 01’41″722 (25)
9.  Aleix Espargaro, Ducati Pramac Racing, 01’41″992 (21) 
10.  Marco Melandri, Honda Gresini, 01’42″147 (21)
11.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’42″268 (26)
12.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’42″368 (28)
13.  Mika Kallio, Ducati Pramac Racing, 01’42″600 (28)
14.  Álvaro Bautista, Rizla Suzuki MotoGP, 01’42″696 (26)
15.  Loris Capirossi, Rizla Suzuki MotoGP, 01’42″790 (19) 
16.  Hiroshi Aoyama, Hona Interwetten MotoGP Team, 01’42″874 (26)
17.  Randy de Puniet, Honda LCR, 01’42″987 (25). (ore 21:30 in Italia)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.