Losail – Seconda e ultima giornata di test a Losail condizionata, almeno nella prima parte da forte vento e dalla sabbia portata dalle folate in grande quantità sul circuito che domenica prossima ospiterà la prima prova del campionato del mondo. Le avverse condizioni non hanno fermato lo strapotere della Honda che anche stasera ha messo tutti d’accordo sulla sua superiorità. Non sono d’accordo su chi è il più bravo i nuovi grandi compagnoni Casey Stoner e Dani Pedrosa che quì a come a Sepang se la sono cantata a suon di giri veloci. Anche nel turno conclusivo era sembrato che lo spagnolo potesse come ieri aggiudicarsi la seduta ma l’australiano gli ha rovinato la festa dando un colpo demolitore alla sua convinzione di superiorità. E’, comunque, una Honda incontrastata e incontrastabile, e se questi sono i veri rapporti di forza il campionato che sta per cominciare potrebbe trovare una nuova razza padrona rispetta alle due cui era abituata da anni (Ducati e Yamaha).
Se non fosse stato per Ben Spies che è riuscito a piazzarsi con la sua Yamaha al terzo posto le moto “alate” avrebbe fatto un poker preoccupante che però rimane tale per quanto riguarda la top five dal momento che Marco Simoncelli con la Honda Gresini e Andrea Dovizioso con quella ufficiale si sono classificati rispettivamente al quarto e quinto posto.
Il campione del mondo Jorge Lorenzo e la Yamaha sono stati confinati al settimo posto mentre continua ad essere preoccupante l’inconsistenza della Ducati ufficiale che ha piazzato Nicky Hayden al nono posto e Valentino Rossi al dodicesimo. Incosistenza tanto più preoccupante in quanto il tempo dei test è scaduto ed avanza inesorabile quello del primo Gran Premio. (ore 21:00 in Italia)
I tempi di stasera
1. Casey Stoner, Repsol Honda Team, 1’55″681 (45 giri)
2. Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, 1’55″745 (39)
3. Ben Spies, Yamaha Factory Racing, 1’56″294 (42)
4. Marco Simoncelli, San Carlo Honda Gresini, 1’56″433 (63)
5. Andrea Dovizioso, Repsol Honda Team, 1’56″439 (53)
6. Randy de Puniet, Ducati Pramac Racing Team, 1’56″445 (59)
7. Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, 1’56″707 (48)
8. Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3, 1’56.716 (57)
9. Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 1’56″732 (61)
10. Hector Barbera, Ducati Mapfre Aspar Team, 1’56″798 (54)
11. Alvaro Bautista, Rizla Suzuki MotoGP, 1’56″931 (62)
12. Valentino Rossi, Ducati Marlboro Team, 1’56″988 (48)
13. Hiroshi Aoyama, San Carlo Honda Gresini, 1’56″990 (64)
14. Loris Capirossi, Ducati Pramac Racing Team, 1’57″345 (58)
15. Cal Crutchlow, Monster Yamaha Tech 3, 1’57″730 (28)
16. Karel Abraham, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’57″846 (42)
17. Toni Elias, LCR Honda MotoGP, 1’58″536 (54)