Jerez de la Frontera – Dal Qatar all’Andalusia. Gran Premio di Spagna, seconda tappa della stagione MotoGP. La Ducati si lecca le ferite e… riuscirà a dimostrare di avere recuperato almeno in parte il gap che la separa dalla Honda del debutto che ha consentito a Casey Stoner di essere l’unico pilota ad avere vinto la gara della stagione dal 2003?
Stoner. Appunto. L’australiano finora ha avuto modo di salire sul podio di Jerez solo una volta, nel 2009 e dovrà vedersela con il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo e con il compagno di team Dani Pedrosa che di fronte al loro pubblico non vorranno sfigurare. Lorenzo è stato l’unico pilota non Honda fra i primi cinque a tagliare il traguardo in Qatar e sarà determinato nel ribadire il messaggio lanciato con il secondo posto a Losail. Archiviata la prima vittoria in MotoGP sul suolo spagnolo, ottenuta l’anno scorso con un sorpasso su Pedrosa nel giro finale, i due spagnoli rivali proveranno a migliorare il loro primo podio del 2011. Pedrosa, comunque, deve verificare se il suo potenziale è al massimo e se il dolore alla clavicola che non gli ha dato tregua nella parte finale della gara in Qatar è stato eliminato con le cure effettuate.
Tra i candidati al podio andaluso ci sono anche Andrea Dovizioso e Marco Simoncelli con le loro Honda, rispettivamente Repsol e Gresini, i quali su questo circuito hanno conseguito successi nelle categorie minori. Da parte sua Ben Spies proverà in modo più efficace a contrastare il compagno di Yamaha Lorenzo prima ancora che gli altri avversari.
La Ducati si lecca le ferite e non può neanche prendere in consideraqzione la tradizione di un Valentino Rossi sei volte vincitore quì con la moto regina. I riscontri del Qatar non indulgono all’ottimismo. Ma… mai dire mai. Colin Edwards è già salito sul podio di Jerez nel 2007, mentre il suo compagno in Yamaha Tech 3 Cal Crutchlow si presenta al secondo gran premio dopo l’ottimo debutto in Qatar.
Ancora assente Álvaro Bautista dopo l’operazione al femore sinistro fratturato durante le libere in Qatar. L’americano John Hopkins sostituirà il pilota spagnolo della Suzuki. 
Si comincia giovedì con la prima sessione di prove libere dalle 10:10 alle 10:55 e le libere 2 dalle 14:10 alla 14:55. Venerdì il terzo turno dalle 10:10  alle 10:55 e nel pomeriggio dalle 13:55 alle 14:55 le qualifiche. Domenica 3 aprile il warm-uo dalle 09:40 alle 10:00, la gara scatterà alle 14:00. (ore 11:30)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply