Jerez de La Frontera – Gran Premio Bwin de Espana, seconda tappa del mondiale. Chi domina le libere 1? Non facciamo domande inutili. Casey Stoner. Continua il momento magico della Honda e dell’australiano il quale anche nella sessione d’apertura ha messo dietro ad appena 28 millesimi il compagno di squadra Dani Pedrosa. I due, per altro, sono stati gli unici a fermare il cronometro nel tempo di 1’39”. Dietro cinque piloti con 1’40”, il primo dei quali, udite udite, è Valentino Rossi che con impegno e caparbietà ha portato la sua Ducati al terzo posto alla “rispettosa” distanza di  oltre mezzo secondo dalle Honda. E c’è un’altra Honda, quella del team Gresini, che segue la Rossa del Dottore, con in sella Marco Simoncelli, mentre la Yamaha del campione del mondo Jorge Lorenzo chiude la top ten a quasi un secondo da Stoner.
Nel coro delle Honda ufficiali e non continua a stonare Andrea Dovizioso che non regge il passo dei compagni scatenati Stoner e Pedrosa ed è finito sesto. Dopo il sanmarinese Spies con la Yamaha ed a seguire 8 piloti nel tempo di 1’41” (dall’ottavo Edwards al 14mo Cruchtlow) e a chiudere tre nel tempo di 1’42, tra i quali c’è  Loris Capirossi, penultimo davanti a John Hopkins che sostituisce l’infortunato Alvaro Bautista in Suzuki.
Le premesse, quindi, sono quelle del Qatar. Adesso bisogna vedere come evolverà la situazione, a cominciare dalle libere 2 del pomeriggio. (ore 11:15)
I tempi delle libere 1.
1.  Casey Stoner, Honda Repsol Team, 01’39″551 (17 giri)
2.  Dani Pedrosa, Honda Repsol Team, 01’39″579 (19)
3.  Valentino Rossi, Ducati Marlboro Team, 01’40″077 (21)
4.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’40″176 (20)
5.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team, 01’40″420 (20)
6.  Andrea Dovizioso, Honda Repsol Team, 01’40″429 (19)
7.  Ben Spies, Yamaha Factory Racing Team, 01’40″887 (21)
8.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3, 01’41″063 (20)
9.  Randy de Puniet, Ducati Pramac Racing, 01’41″064 (18)
10.  Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 01’41″233 (19)
11.  Karel Abraham, Ducati Cardion AB Motoracing, 01’41″398 (18)
12.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’41″601 (18)
13.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’41″816 (19)
14.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3, 01’41″949 (18)
15.  Toni Elias, Honda LCR, 01’42″157 (20)
16.  Loris Capirossi, Ducati Pramac Racing, 01’42″313 (17)
17.  John Hopkins, Suzuki Rizla MotoGP, 01’42″538 (18)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.