Estoril – Piove… ma non scomodate la battuta “governo ladro”. Nelle libere 3, su un tracciato ancora bagnato e insidioso per la pioggia abbondante caduta per tutta la notte, emerge come un elegante delfino il “vecchio” Loris Capirossi che si passa lo sfizio di fare il migliore giro. Oddio, con 1’44″515 siamo lontanissimi dai crono fatto da Marco Simoncelli nelle prime due sessioni di libere ma a Capirex interessa il momento di gloria. Poi, chissà, domani è un altro giorno si vedrà.
Intanto il Nostro è stato l’unico a fare 1’44”, se è vero che già il secondo, che è Jorge Lorenzo con la Yamaha, ha spiccato 1’45″079, mezzo secondo abbondante di distacco. Intanto, ancora, il Nostro ha il merito d’avere regalato una mattina di gloria alla Ducati. Non è quella ufficiale, è quella della Pramac Racing, ma sempre Ducati è ed ha ricevuto un premio meritato che non hanno saputo offrirle i due “ufficiali” Nicky Hayden e Valentino Rossi che hanno concluso la sessione rispettivamente al terzo (1’45″955) e al quarto posto (1’46″481).
Il “trio Honda meraviglia” ha scacciato l’ansia della prestazione anche per evitare risvolti non graditi considerate le condizione del circuito ed ha concluso col quinto posto (Casey Stoner), sesto (Andrea Dovizioso) e settimo (Dani Pedrosa). Ansia che ha controllato anche Marco Simoncelli il quale dopo avere dimostrato quel che c’era ancora da dimostrare (nulla) con le due performance di ieri, stamane ha chiuso cautelativamente al nono posto con la sua Honda Gresini, preceduto da Elias con la Honda LCR.
Alle 14:55 (in Italia) scatteranno le qualifiche. Le previsioni sono ancora per la pista bagnata. Aspettiamo sorprese. (ore 12:10 in Italia)
I tempi delle libere 3.
1.  Loris Capirossi, Ducati Pramac Racing, 01’44″515 
2.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team, 01’45″079 
3.  Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 01’45″955 
4.  Valentino Rossi, Ducati Marlboro Team, 01’46″481 
5.  Casey Stoner, Honda Repsol Team, 01’47″676 
6.  Andrea Dovizioso, Honda Repsol Team, 01’47″849 
7.  Dani Pedrosa, Honda Repsol Team, 01’48″102 
8.  Toni Elias, Honda LCR, 01’48″140 
9.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’49″117 
10.  Randy de Puniet, Ducati Pramac Racing, 01’50″896 
11.  Karel Abraham, Ducati Cardion AB Motoracing, 01’51″497 
12.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3, 01’51″611 
13.  Ben Spies, Yamaha Factory Racing Team, 01’52″111 
14.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’52″704 
15.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’53″670 
16.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3, 01’53″872 
17.  Álvaro Bautista, Suzuki Rizla MotoGP, nessun tempo

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.