Le Mans – MotoGp quarto round. La Ducati ancora alla ricerca della forza perduta. La gara si correrà sul circuito sede dell’omonima 24 Ore di automobilismo ma  occuperà solo una piccola parte degli oltre 13 chilometri di pista della mitica competizione di endurance. Il “Bugatti” viene definito un tracciato del tipo stop and go, ovvero poco guidato. Ogni curva è seguita da un rettilineo, breve o lungo che sia, quindi si risolve soprattutto in grandi frenate seguite da violente accelerazioni.
Per la Ducati si è sempre dimostrato un circuito impegnativo anche se la Rossa è riuscita ad andare due volte sul podio con Capirossi, nel 2006, e con Stoner nel 2007. Nicky Hayden vi ha ottenuto il suo miglior risultato proprio con la moto italiana, con il quarto posto del 2010. Valentino Rossi a Le Mans ha conquistato tre vittorie, nel 2002, 2005 e 2008, e altri quattro podi, tutti in MotoGP, dato che quando correva in 125 e 250 il GP di Francia si disputava a Le Castellet.
Per quanto riguarda la Honda, dopo la prima vittoria stagionale in Portogallo, Dani Pedrosa ha ridotto a 4 punti il gap dal leader della classifica generale, Jorge Lorenzo, mentre Casey Stoner, terzo all’Estoril, è attualmente terzo, mentre Andrea Dovizioso occupa il sesto posto. Pedrosa su questa pista ha vinto in 125 (2003) e in 250 (2004, 2005), ma gli manca il trionfo nella classe regina, dove il suo miglior risultato è il terzo piazzamento nel 2006 e nel 2009. Non mancano però le pole position, ben cinque. Fortune alterne per Stoner a Le Mans, con un solo podio nel 2007: l’australiano darà quindi del suo meglio per portare a casa un risultato importante. Forte di una vittoria in 125 nel 2004 e di un terzo posto nel 2010, Dovizioso spera di chiudere fra i primi tre la gara di domenica.
Jorge Lorenzo punta a questa gara per aggiunge altri importanti punti alla sua classifica iridata. La Yamaha dovrebbe presentare un pacchetto nuovo per dare allo spagnolo quella potenza che fin oggi non gli ha consentito di neutralizzare gli attacchi dei rivali.
In occasione del Gp di Francia, Bridgestone annuncia una nuova tipologia di pneumatici per moto slick asimmetrici. La scelta dell’utilizzo di queste nuove gomme deriva dal fatto che il circuito di Le mans si presenta con una superficie piuttosto scivolosa, e per questo è necessaria una mescola più morbida che generi maggiore aderenza, anche in vista delle curve molto angolate, che richiedono frenate più vigorose. Hiroshi Yamada sottolinea nella fattispecie la duttilità dei pneumatici per moto Bridgestone, pensati per venire incontro a tutte le richieste e le esigenze da parte dei piloti. Hirohide Hamashima, invece, rimarca la necessità di utilizzare gomme per moto maggiormente adatte alle specifiche tecniche richieste dalle par ticolarità del tracciato di Le Mans. (ore 10:30)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte.