Le Mans – 1’33”: ancora solo Casey Stoner. 1’34”:  si allarga lo zeccolo, ci entrano in 10. Ma è sempre Honda nei primi tre posti a condurre le danze. Rispetto a stamane sul podio provvisorio manca Dovizioso.
Casey Stoner con la prima delle Honda ufficiali ha fermatro il cronometro su 1’33″782, abbassando di 4 decimi il tempo delle libere 1. In seconda posizione è salito Marco Simoncelli  con la Honda Gresini che lascia all’australiano 404 millesimi di distacco, al terzo posto è retrocesso dal secondo di stamane l’altro pilota Honda ufficiale, Dani Pedrosa, detentore del record del giro più veloce sul circuito di Le Mans, il quale con 1’34″478 non ha migliorato il crono delle libere 1. Il terzo pilota ufficiale Honda stamane terzo, Andrea Dovizioso, è stato ricacciato indietro fino al sesto posto. Lo hanno proceduto un sorprendente Nicky Hayden, quarto, il quale  ha regalato una specie di sorriso alla Ducati, e un preoccupato Jorge Lorenzo, il quale con la sua Yamaha ha mantenuto il quinto posto delle libere 1.
Rispetto a stamane ha peggiorato la classifica pur avendo migliorato la prestazione (ma altri hanno fatto meglio di lui) Valentino Rossi che con la sua Ducati ha concluso al nono posto. Tempo del Dottore 1’34″966. Lo hanno preceduto Colin Edwards, settimo con la Yamaha Tech 3 e Hiroshi Aoyama, ottavo con la Honda Gresini. La top ten è stata chiusa da Ben Spies con la Yamaha ufficiale, come stamane.
Completano la classifica Randy De Puniet (Pramac Racing) in undicesima posizione, Cal Crutchlow (Yamaha Tech 3) 12mo con 1:35.158, Loris Capirossi (Ducati Pramac) 13mo, Hector Barbera (Ducati Aspar) 14esimo, Álvaro Bautista (Suzuki) 15mo, Toni Elias (Honda LCR) 16mo, Karel Abraham (Ducati Cardion AB) 17mo. (ore 15:15)
I tempi delle libere 2.
1.  Casey Stoner, Honda Repsol Team, 01’33″782 (20 giri)
2.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’34″186 (21)
3.  Dani Pedrosa, Honda Repsol Team, 01’34″478 (23)
4.  Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 01’34″652 (21)
5.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team, 01’34″659 (21)
6.  Andrea Dovizioso, Honda Honda Team, 01’34″705 (21)
7.  Colin Edwards, Yamaha Tech, 01’34″939 (21)
8.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’34″959 (21)
9.  Valentino Rossi, Ducati Marlboro Team, 01’34″966 (21)
10.  Ben Spies, Yamaha Factory Racing Team, 01’34″976 (25)
11.  Randy de Puniet, Ducati Pramac, 01’34″998 (21)
12.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3, 01’35″158 (20)
13.  Loris Capirossi, Ducati Pramac, 01’35″383 (23)
14.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’35″902 (19)
15.  Álvaro Bautista, Suzuki Rizla MotoGP, 01’35″992 (21)
16.  Toni Elias, Honda LCR, 01’36″304 (21)
17.  Karel Abraham, Ducati Cardion AB Motoracing, 01’36″327 (20)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte.